DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

ROBBIE BURTON: FORZA ARSENAL DA ZAGABRIA

Un gallese a Zagabria e il derby, Robbie perde con gli Spurs ma non rinnega il suo “cuore Arsenal”

LONDON, ENGLAND - AUGUST 23: Robbie Burton of Arsenal looks on during the Premier League 2 match between Arsenal and Everton at Emirates Stadium on August 23, 2019 in London, England. (Photo by Harriet Lander/Getty Images)

Domenica da derby per Arsenal e Tottenham. Un giovane gallese ex dei Gunners ha perso sul campo del Tottenham con la maglia della Dinamo Zagabria...

Redazione DDD

Arsenal e Tottenham hanno vinto entrambe in Europa League ieri sera, prima di affrontarsi in Premier League questo fine settimana nel North London derby. I Gunners hanno vinto sul campo dell'Olympiacos, mentre gli Spurs hanno regolato la Dinamo Zagabria, affrontando un ex giocatore dell'Arsenal, Robbie Burton. Il 21enne ha trascorso 14 anni nei ranghi dell'Arsenal, collezionando cinque gol in 34 partite Under 18 e cinque gol in 31 partite Under 23, prima di passare alla Dinamo Zagabria lo scorso anno. Burton ha giocato solo 12 partite della prima squadra per la Dinamo, e davanti a fronte agli acerrimi rivali dell'Arsenal, ovvero gli Spurs, ha guardato indietro sulla sua decisione di lasciare il suo club d'infanzia, parlando a The Sun: "Non potrei mai giocare per il Tottenham. Il mio cuore è con l'Arsenal".

 (Photo by Michael Regan/Getty Images)

(Photo by Michael Regan/Getty Images)

“Quando è arrivata l'offerta della Dinamo, era molto difficile rifiutare. Non ho alcun rimpianto per aver lasciato l'Arsenal”, ha detto Burton. “Li ho tifati tanto da bambino e ho giocato 14 anni lì, quindi ho sempre voluto giocare per la prima squadra. Sono rimasto deluso di non aver mai potuto essere competitivo per loro. Avere questa possibilità mi ha aiutato come calciatore e come persona. Avrei potuto restare in Inghilterra e non uscire dalla mia zona di comfort. Sarei potuto restare all'Arsenal per un altro anno. Fare questo passo è stato un salto nell'ignoto. Sono contento di averlo fatto. Il mio sogno era giocare per la prima squadra dell'Arsenal, quindi non essere stato in grado di farlo è probabilmente la cosa più grande a cui mi aggrappo. Forse un giorno? Chi lo sa?”.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso