Via libera a Paraguay, Venezuela ed Ecuador: sono pronte per la Copa Libertadores

Ripartono anche Paraguay, Venezuela ed Ecuador, autorizzate dalla Confederazione sudamericana, ad ospitare le partite di Copa Libertadores 2020

di Serena Calandra

Conmebol, Confederazione sudamericana di calcio,  ha annunciato che Paraguay, Venezuela ed Ecuador sono tra le nazioni che hanno già approvato il protocollo dell’entità e che le stesse società sono state autorizzate ad ospitare le partite di Copa Libertadores e Sudamericana 2020, riavviate rispettivamente il 15 e il 27 ottobre in seguito al coronavirus.

Secondo quanto promulgato “i documenti che hanno ricevuto l’accordo ufficiale di tali paesi stabiliscono norme e misure dettagliate da adottare al fine di proteggere la salute di tutte le parti coinvolte. Gli stessi sono stati elaborati da un gruppo di esperti, appositamente convocati dall’istituzione e trasmessi alle autorità sanitarie dei paesi sudamericani per la loro rispettiva autorizzazione. Misure simili hanno permesso il ritorno delle competizioni locali in Paraguay, Brasile, Uruguay ed Ecuador, riducendo al minimo i rischi e ripristinando la passione e l’entusiasmo che solo il calcio può generare. Nel resto del territorio argentino sono ancora in fase di approvazione ulteriori definizioni”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy