Derby Savoia-Nocerina, cori e bandiere alla partenza del pullman rossonero: alla faccia dell’emergenza sanitaria…

Cori, bandiere e qualche petardo alla partenza della Nocerina verso Torre Annunziata, dove va in scena lo storico derby Savoia-Nocerina

di Simone Ducci

Nel giorno del caos nel calcio italiano con la Serie A aggrappata al caso Juve-Napoli, in Campania, valido per la seconda giornata del Girone G di Serie D, va in scena uno dei derby più sentiti della regione: Savoia-Nocerina. A Torre Annunziata il pubblico non ci sarà, la partita si giocherà a porte chiuse, ma a Nocera l’ansia da derby è palpabile. Un gruppo di tifosi, infatti, ha raggiunto la sede del ritiro rossonero per far sentire il proprio incitamento: cori, bandiere e qualche petardo. Il tutto, purtroppo, in barba alle norme dovute all’emergenza sanitaria in corso che proprio in Campania, come nel resto del Paese, sta vivendo un’impennata nei numeri. Allo Stadio Alfredo Giraud di Torre Annunziata, che ospita le partite del Savoia allenato dall’ex Napoli Salvatore Aronica, le squadre saranno accolte da uno striscione posto nella curva che resterà vuota: “Fatela finita, senza ultras non c’è partita”. L’assenza di pubblico dovrebbe almeno scongiurare disordini che già nel passato hanno surriscaldato il clima intorno a questo storico derby che tra oplontini e nocerini manca da tanti anni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy