ANCONITANA MA NON SOLO...

Ancona, una città che è tutta un derby: 3 giorni di pallone e inclusione

Ancona, una città che è tutta un derby: 3 giorni di pallone e inclusione - immagine 1
Le squadre dell'importante città marchigiana si sfidano tutte fra loro...
Redazione Derby Derby Derby

Le società del capoluogo si uniscono per “Derby - La festa del calcio anconetano”, la prima manifestazione che coinvolgerà ben 12 realtà che fanno settore giovanile e altre 10 prime squadre. Nonostante la delusione per l'esclusione dalla Serie C, la città si rianima sportivamente.

Una tre giorni di sport, inclusione, approfondimenti letterari dal mondo del pallone e divertimento 

L'iniziativa è promossa dalla società Gls Dorica Torrette, grazie al contributo e al patrocinio del Comune di Ancona e alla collaborazione dell'Assemblea legislativa delle Marche, del Coni Marche, della Figc Marche e del Settore giovanile e scolastico della Federcalcio. E' stata presentata oggi al Comune di Ancona dall'assessore allo Sport e vice sindaco Giovanni Zinni, affiancato dall'assessore allo Sport della Regione Marche, Chiara Biondi, dal presidente Comitato FGCI Marche, Ivo Panichi, dal vicepresidente del CONI Marche, Marco Porcarelli dal presidente Gls Dorica Torrette, David Urbinati e da Alessio Abram. Ancona Respect.

Tra le società partecipanti a livello di vivaio: Ponterosso, Giovane Ancona, Portuali Dorica, Gls Dorica Torrette, Candia, Nuova Folgore, Junior Ancona, Fc Vallemiano, Cral Angelini, Us Ancona, Anconitana e Ancona Respect. Queste, invece, le prime squadre: Ponterosso, Portuali Dorica, Gls Dorica Torrette, Candia, Pietralacroce, Atletico Ancona, Piano San Lazzaro, Ankon Dorica, Colle 2006 e Nuova Aquila.

tutte le notizie di