Andria, stadio e classifica zoppicano – Brindisi, leadrship e diaspora: il derby a Gravina

Andria, stadio e classifica zoppicano – Brindisi, leadrship e diaspora: il derby a Gravina

Fidelis Andria-Brindisi, Serie D

di Redazione DDD

E’ sllittato di un’ora il calcio di inizio della partita Fidelis Andria-Brindisi, in programma domenica prossima (6 ottobre), sul neutro di Gravina, per la sesta giornata del campionato di Serie D. La partita, a seguito di un accordo fra le due società, si disputerà alle ore 16. Si giocherà presso lo stadio comunale “Stefano Vicino” di Gravina per l’indisponibilità del Degli ulivi di Andria, interessato da lavori di rifacimento del manto erboso. Senza disposizioni dalla locale prefettura riguardo a eventuali divieti o restrizioni per i tifosi ospiti.

Il derby contro il Brindisi capolista arriva in un momento particolare per la Fidelis, dopo 6 punti in 5 partite raccolti in questo inizio di stagione, un periodo dal quale poter uscire riscattandosi già nella sfida di Domenica prossima contro il Brindisi, come ravvia l’attaccante della squadra padrona di casa nel derby, Emanuele Tedesco: “Bisogna metterci attenzione e impegno, scendendo in campo solo per i tre punti, dobbiamo necessariamente rialzarci. Stiamo preparando nei dettagli la partita e abbiamo aumentato l’intensità negli ultimi giorni, siamo pronti per il derby”

Il derby diventa dunque una gara nella quale sarà fondamentale fare il risultato, per il morale e la classifica della Fidelis Andria, per dare una sterzata definitiva a questo incolore inizio di torneo. Il Brindisi invece è chiamato a ricomporre la frattura societaria, alla presentazione ufficiale delle nuove divise 2019-20 infatti erano presenti soltanto gli esponenti di una parte della dirigenza, non di quelle che le si contrapppone.

In ogni caso, prima maglia bianca, con V azzurra. Seconda maglia blu, con V bianca. Infine la terza maglia verde, con V blu. Le casacche che verranno indossate dal Brindisi Fc nel corso della stagione 2019-2020 sono state presentate nel corso di un evento che si è svolto presso il Central Bar. Presenti il presidente del sodalizio biancazzurro, Umberto Vangone, il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, l’assessore allo Sport, Oreste Pinto, il direttore generale Enzo Carbonella e il direttore sportivo Nicola Dionisi, oltre al responsabile marketing, Walter Miglietta, al mister Massimiliano Olivieri e a una delegazione della squadra. Il Brindisi sta andando bene, ma le diaspore societarie non vanno mai bene.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy