Dopo il derby bergamasco, la prima squalifica “social”: 4 giornate per aver insultato l’arbitro su Instagram

Dopo il derby bergamasco, la prima squalifica “social”: 4 giornate per aver insultato l’arbitro su Instagram

“Espressione irriguardosa e offensiva” verso l’arbitro: ma non in campo…

di Redazione DDD

La sconfitta nel derby ormai era arrivata, la partita era finita. Ma evidentemente non per lui. Il giorno dopo, il lunedì dopo una partita finita in maniera tesissima, un 21enne dello Sporting Brembatese non è riuscito a metabolizzare: è andato sui social e si è sfogato contro l’arbitro. Risultato finale: 4 giornate di squalifica

Il risultato finale del giorno prima nel derby bergamasco fra dilettanti, a Brembate contro l’Atletico Grignano, nel girone D di Terza Categoria, 0-1 a favore degli ospiti, grazie a un gol a metà primo tempo. Gli animi si erano scaldati dopo il triplice fischio finale. Proprio lunedì 17, E.M., 21enne della squadra di casa, ha cercato l’arbitro su Instagram e, una volta trovato, lo ha insultato.

Il direttore di gara ha preso nota e segnalato al giudice sportivo l’espressione “irriguardosa e offensiva”. Ecco perchè, nel comunicato ufficiale del 20 febbraio il protagonista degli insulti si è visto comminare una squalifica di quattro giornate. Un supplemento di rapporto per una frase sui social è una novità assoluta nel calcio italiano, ancorchè a livello dilettantistico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy