Il derby continua, ma Acireale precisa: a Torre Annunziata giocheremo per noi, non contro il Palermo

Il derby continua, ma Acireale precisa: a Torre Annunziata giocheremo per noi, non contro il Palermo

Qualcuno da Palermo aveva ipotizzato un impegno relativo dell’Acireale sul campo del Savoia secondo in classifica, in chiave anti-Palermo. Assurdità, la replica del tecnico della squadra catanese. L’Acireale deve anche fare i conti con 4 punti di penalizzazione subiti in settimana.

di Redazione DDD

E’ un derby che continua quello fra Palermo e Acireale, dopo la vittoria delle scorse settimane degli acesi al Barbera, l’unico derby siciliano perso fino ad oggi dai rosanero in Serie D. Peppe Pagana, tecnico dell’Acireale, prima della partenza per la Campania per affrontare il temibile Savoia secondo in classifica, ha dovuto affrontare le critiche provenienti non dal Palermo ma da Palermo in cui si ipotizza un’Acireale poco battagliero contro il Savoia proprio in chiave anti-Palermo: “Sono insinuazioni assurde, dovrebbero soltanto pubblicizzare le cose positive nel calcio, godersi il Palermo primo in classifica, invece mancano di rispetto a chi fa questo lavoro. Non ci sono nè le basi nè i motivi per pensare ad una cosa del genere, non capisco determinate dichiarazioni come si possano fare. Bisogna alimentare meno polemiche e odio, perchè poi quando succedono episodi gravi fuori dal campo ci si dimentica che magari si potevano prevenire certe cose”.

Per l’Acireale è la prima partita, dopo la sentenza che ha tolto ulteriori 4 punti ai granata. Il motivo è legato alle vertenze relative agli stipendi dei calciatori non pagati lo scorso anno: “Quello che è successo non dipende dalla società attuale, che non ha nessuna colpa, si è ereditata una situazione pregressa che si sta cercando di risanare. Dico sempre che l’attuale proprietà sta affrontando un doppio campionato, oltre a provvedere alla stagione in corso stanno mettendo in ordine i conti del passato. Tutto questo chiaramente ci condiziona, purtroppo siamo rammaricati dal fatto che sul campo abbiamo conquistato trentuno punti ma ce ne ritroviamo ventiquattro. In questo momento i ragazzi non hanno il morale a mille, non c’è stato però neppure il tempo di riflettere su quanto successo perchè abbiamo una partita da giocare. Ho detto alla squadra che dobbiamo reagire subito”.

Acireale penalizzato, ma con la testa alta in campo in Campania
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy