Il precedente storico: Giulianova a Teramo per il derby del 1938, i timori della Regia Questura di Teramo…

Il precedente storico: Giulianova a Teramo per il derby del 1938, i timori della Regia Questura di Teramo…

Anche nel Ventennio era dura mantenere l’ordine pubblico in occasione dei derby calcistici…

di Redazione DDD

Lo storico del calcio abruzzese Sandro Galantini ha scovato una vera e propria chicca storica sulla grande rivalità esistente fra Giulianova e Teramo. Il suo racconto su Giulianova News: “Nel 1937 la società calcistica Castrum-Giulianova, che proprio in quell’anno aveva visto sistemare ed ampliare lo stadio cittadino grazie ad interventi per 30mila lire disposti dal podestà Alfonso De Santis, si era iscritta al Campionato nazionale di 1′ divisione Abruzzo-Marche-Dalmazia 1937-1938. Otto erano le squadre partecipanti tra le quali, per l’Abruzzo, anche il Pescara e l’Interamnia-Teramo. Proprio con i “cugini” del Teramo era stato fissato per le ore 14.30 del 23 gennaio 1938, nella sesta giornata di campionato, l’atteso derby. E che la partita potesse costituire problemi di ordine pubblico, a causa dell’accesa rivalità già allora esistente tra le due tifoserie, lo dimostrano i documenti d’archivio. Le disposizioni impartite il 21 gennaio precedente dal reggente la Questura di Teramo sono assai indicative. Per scongiurare possibili scontri, considerato appunto il «grande antagonismo che regna fra le due squadre e tenuto presente che moltissimi sportivi di Giulianova si recheranno a Teramo per assistere alla partita», la Questura disponeva il rafforzamento del dispositivo per l’ordine pubblico con 20 carabinieri, 10 agenti di PS e altrettante guardie municipali a disposizione del funzionario di Polizia. La partita, arbitrata dall’anconetano Leone, andò male per il Giulianova, che perse per 1-0.

Il podestà e il derby Giulianova-Teramo del 1938…

Proprio a causa del risultato, anche per l’amichevole tra le due squadre che doveva tenersi al Comunale di Teramo il 23 marzo seguente, la Questura dispose lo stesso contingente di uomini per il servizio d’ordine pubblico. In quel caso però la partita si chiuse con un pareggio: 1-1″.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy