Serie D, riecco il Licata in testa: la squadra siciliana sogna nuovi derby contro Messina e Catania

Il derby contro il Messina, giocato nella città peloritana, portò per la prima volta il Licata nella schedina Totocalcio.

di Redazione DDD

Torna in vetta alla classifica il Licata sia pur soltanto nel campionato di serie D. Una squadra che riporta in mente una delle più belle favole calcistiche degli anni 80, dalla C2 alla B, con stagioni memorabili, rimaste impresse nelle memorie di cuoio dei tifosi siciliani. Il ritorno in vetta del Licata è scaturito da una vittoria a tavolino, causata da un tesseramento irregolare di un calciatore del Marina di Ragusa nella partita del 27 settembre scorso. Così, la squadra guidata da Giovanni Campanella si è ritrovata in testa anche se siamo appena alla seconda giornata e il cammino sarà molto lungo e ricco d’insidie nelle 32 partite ancora da giocare. 

Il Licata 1985-86 di Zeman

La circostanza, come racconta e descrive Avvenire, riporta alla mente l’era Zeman del Licata, quando veniva definito il piccolo Ajax. Tra le partite da ricordare di quel periodo c’è il derby contro il Catania (febbraio 1988) che portò al “Liotta” 4mila spettatori, lo stadio con un palazzo condominiale a ridosso del terreno di gioco. Il 5 giugno 1988 la B divenne realtà dopo la vittoria casalinga contro il Frosinone, firmata dai gol di La Rosa e Castrense Campanella. Quel giorno a Licata arrivarono tifosi anche da parecchi paesi della Sicilia. Un trionfo salutato da migliaia di bandiere esposte sui balconi della città. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy