A Jeda il premio Davide Astori: “Mi spiace solo per Nainggolan, Cagliari è casa sua…”

Le dichiarazioni di Jeda ieri a Cagliari

di Redazione DDD

Tra i premi consegnati ieri alla cerimonia dell’Ussi Sardegna, ne è stato dato un speciale, quello intitolato a Davide Astori. Il riconoscimento in onore del giocatore scomparso è stato consegnato direttamente dalla famiglia del calciatore all’ex cagliaritano Jeda. Il brasiliano, durante l’evento tenutosi all’Is Molas Resort, ha rilasciato qualche dichiarazione ai media sul Cagliari di oggi e sul mercato fatto in questa sessione: “Ho visto un Cagliari pieno di entusiasmo nonostante i risultati, ma un allenatore come Di Francesco ha bisogno di un po’ di tempo per amalgamare la squadra. Bisogna dare al mister la possibilità di lavorare. Sono convinto che questa squadra verrà fuori e farà vedere quello che vale. Avendolo visto giocare, credo che Ounas possa dare un bel contributo alla squadra. Anche Sottil può farlo: credo che in questo momento ci voglia entusiasmo e lui sa che questo è un ambiente che può farlo crescere ancora”.

Jeda nel 2010 a Cagliari

Ma il cruccio di Jeda è soprattutto uno: “Mi aspettavo il colpo all’ultimo minuto e mi dispiace perché lui sa che Cagliari è casa sua. Credo che sarebbe stato un giocatore che avrebbe potuto dare una mano a questa squadra assieme a Godin e Joao Pedro. Spero che possa riuscire a tornare presto in Sardegna”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy