Acquafresca: “Nainggolan ha fatto bene a tornare a Cagliari, se fa come me…”

Acquafresca: “Nainggolan ha fatto bene a tornare a Cagliari, se fa come me…”

L’ex cagliaritano Acquafresca fa il punto: anche sul ritorno di Radja Nainggolan…

di Domenico La Marca

Robert Acquafresca nella sua carriera ha dimostrato di essere un attaccante di talento, un centravanti, attualmente svincolato, che potrebbe risultare una risorsa per chi punterà sulle sue capacità tecniche ed umane.

“mercato

In esclusiva a Derbyderbyderby.it è intervenuto lo stesso Acquafresca e ai nostri microfoni si è soffermato sul suo futuro e su tanto altro, ecco quanto emerso:

Corso a Coverciano – “E’ stata un’esperienza importante, dove hai la possibilità di trattare argomenti che possono risultare determinanti per il tuo futuro professionale. E’ stato un piacere potersi confrontare con tanti personaggi di grande spessore ed in particolare con Ulivieri.”

Futuro – “Voglio ritrovare il piacere di giocare a calcio con continuità,, in Svizzera, al Sion, ero partito alla grande con 5 reti in 8 presenze, poi per motivi che non sono dipesi da me mi sono ritrovato fuori rosa. E’ la prima estate che sono senza squadra, mi sono arrivate offerte dalla Serie B, attendiamo sviluppi.”

Esperienze – “Cagliari è stata la parentesi migliore della mia vita, ma ho un gran ricordo delle mie avventure e anche della stessa Svizzera, a prescindere dal calcio, si apprezza sempre le piazze in cui lavori, ed in particolare mi rende orgoglioso il fatto che mio figlio abbia potuto imparare più lingue.”

Tecnici – “Tutti i tecnici mi lasciano qualcosa, con Allegri, nonostante un inizio non facile, ho creato un rapporto bellissimo, realizzando un campionato straordinario. Inoltre potrei fare i nomi di Giampaolo e Ballardini, di Gasperini che mi ha insegnato a giocare come prima punta, di Conte il quale mi ha trasmesso la sua grinta, di Diego Lopez che è stato determinante per la promozione in A del Bologna.”

I gol – “Nella salvezza del Cagliari di Ballardini non potrò mai dimenticare la doppietta siglata in trasferta con il Livorno, vittoria che ha dato vita alla nostra rincorsa per la permanenza in A. Inoltre ci tengo a ricordare il gol realizzato con la maglia del Bologna nella semifinale play-off contro l’Avellino, contro il quale il campionato avevo fallito un rigore.”

Mercato del Cagliari – “Il Cagliari ha realizzato delle grandi operazioni sia dal punto di vista calcistico che mediatico, sicuramente l’obiettivo è rimanere nella parte sinistra della classifica. Mi aspetto un colpo importante anche in attacco.”

Nainggolan e la Sardegna rigeneratrice – “La Sardegna rigenera tutti, e spero che sia lo stesso per Nainggolan. Mi ricordo che quando ritornai a Cagliari, realizzai una stagione eccezionale, raggiungendo la doppia cifra.”

Occasioni – “Sono stato vicino in passato due volte al Napoli, ma nella prima occasione avevo già dato parola ai liguri, invece nella seconda c’era la possibilità di ritornare al Cagliari. Inoltre prima del mio passaggio a Bologna era quasi tutto fatto con il Milan, poi i rossoneri superarono i play-off per l’accesso alla fase ai gironi di Champions League e virarono su Matri.”

Idoli – “Il mio idolo è sempre stato Roberto Baggio, poi crescendo ho provato una forte ammirazione per Filippo Inzaghi.”

Punto di riferimento – “E’ sempre stato un punto di riferimento mio padre, con il quale da piccolino giocavo a calcio in mezzo alla natura, forse al calcio attuale manca questa passione, e spero che mio figlio possa nutrire questi sentimenti per qualsiasi cosa gli piacerà fare…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy