Ancora zero gol: Ibra vuole più concretezza, Salvini infierisce, Pioli non vince a San Siro

Ancora zero gol: Ibra vuole più concretezza, Salvini infierisce, Pioli non vince a San Siro

Tutti i temi rossoneri dopo lo 0-0 con la Sampdoria

di Redazione DDD

Zlatan Ibrahimovic sognava un debutto diverso, con una vittoria e con un gol per poter festeggiare “con il gesto di Dio sotto la curva”, la sua celebre esultanza con le braccia aperte. “Mancano tanta fiducia e aggressività vicino alla porta – ha detto lo svedese in zona mista, dopo lo 0-0 contro la Sampdoria con le sue parole raccolte dall’Ansa -, non siamo concreti. Spero di portare tutte queste cose, davanti alla porta bisogna andare per ammazzare”. Ibrahimovic è convinto al 100% che il Milan “possa rialzarsi”, richiama i compagni al “lavoro” e al “sacrificio” e conferma di non essere “soddisfatto” perché sono mancati i tre punti: “I tifosi non sono contenti, i risultati non sono positivi”. Lo svedese ammette di aver provato una forte emozione: “Questa adrenalina mi spingerebbe a giocare ancora altri 10 anni, è stato magico vedere San Siro pieno”.

Intervenuto su Instagram commentando un post del Milan, Matteo Salvini, leader della Lega e tifoso rossonero, ha commentato la prestazione di San Siro: “Bentornato Ibra, ma che pena il resto… Una domanda: far giocare sempre Suso è previsto da una legge speciale o è solo masochismo?”

Dopo 11 partite sulla panchina del Milan, lo score di Stefano Pioli non si può di certo definire positivo: l’allenatore parmense è riuscito a vincere solo 3 match. Le uniche 3 vittorie della sua gestione sono arrivate contro SPAL, Parma e Bologna. Ne ha pareggiate 4 contro Lecce, Napoli, Sassuolo e Sampdoria, mentre ha perso le sfide contro Roma, Lazio, Juventus ed Atalanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy