DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

BASELLI OUT

Cagliari, Mazzarri: “Guardo la prestazione, bisognerà fare l’impossibile per vincere”

GENOA, ITALY - JANUARY 06: Walter Mazzarri head coach of Cagliari looks on before the Serie A match between UC Sampdoria and Cagliari Calcio at Stadio Luigi Ferraris on January 6, 2022 in Genoa, Italy. (Photo by Getty Images)

Le dichiarazioni del tecnico dei sardi alla vigilia del match in casa del Torino

Serena Calandra

Le parole del tecnico alla vigilia della gara con il Torino. Diverse le considerazioni di mister Mazzarri, soddisfatto dei risultati ottenuti negli ultimi incontri:

“Nahitan purtroppo non è ancora pronto. Sta facendo un lavoro a parte, spero di averlo al più presto. Sul resto dico che sono talmente concentrato sulla causa Cagliari che ogni partita la preparo per caricare al meglio i miei ragazzi. Quando sarò allo stadio si vedrà, ma ora devo far capire ai miei ragazzi che domani affronteremo una squadra che va a mille, forse la migliore a livello atletico, questo è il mio vero pensiero. Poi le emozioni le vedrò sul momento.

 Foto tratta dal profilo Twitter del Cagliari

Il Torino? Conoscendo il modo di pensare di Juric e il suo modo di allenare, per loro la mancanza di vittorie sarà una carica in più. Noi dovremo fare una partita alla pari sul piano atletico, per noi non sarà semplice giocare come contro il Napoli. Ma spero che i miei ragazzi capiscano cosa bisogna fare, mi aspetto una prova come le ultime fatte.

Mi dispiace che Baselli non ci sia. Non rimpiango mai gli assenti. Conosco benissimo Daniele: se sta bene fisicamente è un giocatore importante, speriamo di recuperarlo per la prossima e che l'infortunio non sia grave così come sembra per fortuna. Obert? Deve strutturarsi fisicamente, va centellinato: i ragazzi giovani vanno gestiti col misurino, ma se continua così è il futuro del Cagliari. Sa far tutto, è un giocatore intelligentissimo ed è una spugna per come impara.

Con i ritmi di questo periodo e con i 5 cambi i ragazzi devono capire che chi subentra è quasi più importante di chi inizia titolare. Se le partite durassero 85 minuti il Cagliari sarebbe a centro classifica. Mi danno fastidio i pareggi con Napoli e Fiorentina. Non puoi difendere un 1-0 con squadre importanti, bisogna essere cinici e cattivi. Dal punto di vista del gioco con il Napoli abbiamo accelerato, ma abbiamo sprecato troppo. Se si gioca con tanti attaccanti bisogna essere equilibrati. Penso Joa Pedro non sia stato fortunato, perché occasioni per segnare ne ha avuto: è un momento un po' così, ma finché gioca come contro il Napoli lui è contento anche se segnano gli altri. Se non segnano gli attaccanti, devono farli gli altri giocatori.

Quota salvezza? Non voglio saperne di queste cose, tutti stanno facendo risultati e di sicuro si alzerà. Per dirne una, ho visto la partita tra Torino e Venezia, i granata avrebbero meritato almeno il pari. Io guardo la prestazione, ma bisogna fare il possibile e l’impossibile per vincere: ora contano i tre punti.

Mi aspetto una partita diversa rispetto a Bergamo. Il Torino gioca ancora più feroce rispetto all'Atalanta, domani ci verranno  addosso non ti faranno giocare, sfrutteranno i nostri errori. Penso che il rendimento casalingo o da trasferta sia casuale, per me abbiamo giocato meglio in partite che non abbiamo vinto come contro Fiorentina e Napoli. Poi è chiaro che solo con le prestazioni non si fanno i punti, per cui bisogna iniziare a vincere anche quelle partite”.

tutte le notizie di