DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

SARDI DI SCENA AL CASTELLANI

Cagliari, Mazzarri: “Piedi per terra, le vittorie devono responsabilizzarci”

CAGLIARI, ITALY - JANUARY 23: Walter Mazzarri coach of Cagliari lools on during the Serie A match between Cagliari Calcio and ACF Fiorentina at Sardegna Arena on January 23, 2022 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Le dichiarazioni del tecnico alla vigilia di Empoli-Cagliari in programma domani alle 15

Serena Calandra

Le parole del tecnico nel prepartita di Empoli-Cagliari, gara valida per la 25esima giornata di campionato. Diverse le considerazioni effettuate dal mister reduce dalla vittoria con l'Atalanta e forte dei concetti trasmessi alla squadra:

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - NOVEMBER 21: Walter Mazzarri head coach of Cagliari Calcio issues instructions to his players during the Serie A match between US Sassuolo and Cagliari Calcio at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on November 21, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L'AVVERSARIO

"L'Empoli è per me una rivelazione, io l'ho patita un po' agli inizi. Quando l'abbiamo affrontata noi abbiamo sottovalutato il loro valore. Non sarà una gara facile, loro fanno un bel calcio, pressano e non ti fanno giocare. All'andata in ogni zona del campo erano tanti. Non dobbiamo pensare che il risultato ottenuto con l'Atalanta ci debba far stare tranquilli. Il clima è sicuramente migliorato. Ma non dobbiamo pensare che dopo l'Atalanta sia tutto in discesa, perché è proprio il contrario. Bisogna restare con i piedi per terra. Le vittorie devono responsabilizzarci. Bisogna archiviarle e pensare alle partite successive. Abbiamo perso una gara a Roma non meritando di perdere. Però bisogna guardare le prestazioni, gli equilibri. Ogni match è una finale. Domani farò le mie considerazioni sull'assetto da schierare. Non dovremo subire come successo con l'Atalanta nei primi 15 minuti. Voglio il risultato ma anche la prestazione. Dovremo essere subito pronti a metterli in difficoltà".

I GIOCATORI

"Joao Pedro/Pereiro coppia d'attacco? Abbiamo diversi attaccanti, tutti pressano e danno una mano. Loro due possono coesistere, se la squadra me lo permetterà si possono vedere anche 3 attaccanti. Dipende dallo stato di forma. Noi dobbiamo vincere più partite possibili e fare gol sin da subito. Dalbert? Può giocare sia esterno che interno. Ha dimostrato di poter essere importante negli assist e di creare problemi all'avversario. E' tornato ai livelli che ci auspicavamo. Keita l'ho visto felice, può essere una risorsa importante. Da oggi in poi li voglio tutti motivati. Quelli che fanno bene hanno più chance di giocare. Lovato è bene non parlarne più, è un ragazzo giovane che deve lavorare. Il difficile arriva adesso. Baselli non giocava da un po'. Deve ancora arrivare a ritmi importanti, credo che al momento possa entrare in campo a partita in corso piuttosto che dal primo minuto. Sono soddisfatto di poter contare sui giovani in assenza di titolari. Loro mettono tanto entusiasmo, hanno voglia di emergere mettendosi in gioco".

MOMENTI DI RELAX

"La cena doveva essere fatta in fase di chiusura del mercato poi è stata rimandata. Il direttore ha voluto offrire una serata ai ragazzi, ogni tanto serve un pizzico di leggerezza e di sicuro crea unione. E' stata una bella serata".

tutte le notizie di