Crotone, anche senza Ibrahimovic…la nave rossonera va! – Pioli: “Non c’è frattura per Ante Rebic”

Crotone-Milan 0-2

di Redazione DDD

di Valentino Cesarini –

Buona anche la seconda in campionato. Il Milan di Stefano Pioli espugna Crotone con il classico risultato all’inglese: 2-0 allo Scida grazie al rigore di Kessie e al primo centro italiano di Diaz. Un Milan che senza Ibrahimovic, bloccato dal Covid, sa vincere lo stesso. Lo aveva fatto, soffrendo, contro i norvegesi del Bodo Glimt, lo ha fatto oggi a Crotone. Solito 4-2-3-1 per Pioli, 3-5-2 per Stroppa che poteva contare su Zanellato, cresciuto nelle giovanili del Milan. Esordio dal primo minuto per Diaz e Tonali. Quest’ultimo è stato il primo calciatore nato negli anni 2000 del Milan a esordire dal primo minuto in Serie A. E a proposito di giovani, il Milan questa sera ha schierato l’undici più giovane della massima serie con una media di 23 anni e 266 giorni. Belle notizie per il progetto Milan…

Primo tempo di marca rossonera, ma il Crotone allenato dall’ex milanista Giovanni Stroppa si è chiuso bene cercando di ripartire e colpire in contropiede. Prima del riposo il risultato è stato sbloccato dal rigore di Franck Kessie, guadagnato da Rebic. Dal dischetto il numero settantanove non ha sbagliato e ha trafitto Cordaz. Stesso epilogo della prima giornata del campionato 2017/2018, quando i rossoneri vinsero 3 a 0 e sbloccarono il risultato sempre con un rigore di Kessie: in porta, anche in quella circostanza, c’era Cordaz. Nella ripresa Pioli ha perso Rebic per una lussazione al gomito sinistro, ma pochi minuti prima era arrivato il primo sigillo di Brahim Diaz in Serie A con una conclusione da posizione ravvicinata che ha trafitto Cordaz. Nel finale il risultato poteva essere anche più largo, ma Krunic ha colpito la traversa con un tiro dalla distanza.

Ante Rebic

Curiosità: il 27 settembre il Milan ha giocato altre due gare di campionato che valevano per la seconda giornata. Nel 1931 i rossoneri pareggiarono 0 a 0 sul campo della Lazio, nel 1959 a Milano contro la Roma (1-1). Il Milan vince e Pioli può preparare la gara decisiva per entrare in Europa League con più tranquillità anche senza Ibra, in programma giovedì in Portogallo contro il Rio Ave. Ci sarà da soffrire, ma questo Milan potrebbe regalare belle soddisfazioni ai propri tifosi, anche con qualche altro colpo di mercato prima della chiusura. Hauge ha fatto bene a San Siro giovedì con la maglia del Bodo Glimt e potrebbe rigiocare in quello stadio con la maglia rossonera, o subito o da gennaio, visto che il campionato norvegese si chiuderà a dicembre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy