Dietro Gigio e Theo il buio: il Milan del primo tempo con il Lecce è già in archivio

Dietro Gigio e Theo il buio: il Milan del primo tempo con il Lecce è già in archivio

Il duro risveglio post romano del Milan

di Redazione DDD

di Mattia Marinelli –

Il Milan gioca senza qualità e la Roma lo inguaia. Donnarumma e Theo Hernandez: poi? Quando la malattia è grave, la peggior medicina è la compassione. Meglio guardare in faccia la realtà. Il Milan ha perso la quinta partita su nove. E’ a 3 punti dalla zona salvezza. Difficile ricordare un Milan così’ debole. Il tecnico: “Errori gravi, come sul gol di Dzeko. Il ko è un passo indietro. Vincere o perdere, sembra che per la squadra non cambi molto”. Parole taglienti come lame: “E invece cambia eccome: cambiano le giornate, cambia l’umore, pretendo di più da questa squadra”. Insomma, un passo indietro rispetto al pari col Lecce che aveva battezzato il tecnico. Pioli duro: “Serve più attenzione, certi errori non sono ammessi a questi livelli. Ivan Gazidis e Paolo Maldini hanno voluto dare un’immagine monolitica dei loro spostamenti: sempre con Pioli nell’intervallo e a fine gara.

Quella della Roma è una vittoria meritata. La squadra di Pioli fa un passo indietro. Il Milan deve lavorare moltissimo sulla difesa a pallone alto. Ma non solo. La differenza in campo è stata netta. E pensare che la Roma veniva dalla fatica di Europa League e che aveva otto assenze pesanti. Fonseca non aveva cambi…Dal canto suo il  Milan ha di nuovo pericolosamente forato. Qualche ora dopo le stilettate a mezzo Sky di Paolo Maldini al fondo Elliott, per le quali Singer senior e junior vengono descritti come inferociti, la squadra si è premurata di aggravare la perenne crisi societaria e tecnica, appena certificata dalla staffetta fra Giampaolo e Pioli. Il campo non agevola la ricucitura. Quel po’ di Milan ammirato contro il Lecce, si è già sgonfiato. La Roma piena di cerotti ha trasformato in oro zecchino gli errori in sequenza commessi dai rossoneri. Si salvano solo in due, Donnarumma e Theo, questa è la misura del deficit.

Dodici gol subiti nelle ultime 6 partite: Romagnoli “La classifica fa male. E’ un momento complicato, dobbiamo dare di più tutti quanti”. Casa Milan è ancora infestata da fantasmi che fanno tremare le gambe a troppi giocatori, se ad ogni partita ci si ritrova a fare la conta degli errori da matita blu. Eppure, nonostante tutto, anche ieri sera, come ormai avviene dall’inizio della stagione, non è mancato il sostegno dei tifosi rossoneri arrivati a Roma in gran numero. Almeno cinquemila i supporter milanisti presenti sugli spalti dell’Olimpico, un numero considerevole se si pensa al momento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy