DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

EMPOLI-MILAN 2-4

Il Milan chiude bene il 2021 con un poker a Empoli

EMPOLI, ITALY - DECEMBER 22: Alessandro Florenzi of AC Milan celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Empoli FC and AC Milan at Stadio Carlo Castellani on December 22, 2021 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

I rossoneri di Pioli, soffrono più del previsto contro un buon Empoli, ma alla fine portano a casa una vittoria importante e rotonda. Il 4-2 però è forse troppo pesante per i toscani. Diavolo che chiude l’anno al 2° posto

Redazione Derby Derby Derby

di Valentino Cesarini -

Non lasci ingannare il risultato finale (4-2), perché il Milan alla fine vince si con merito, ma è anche vero che l’Empoli ha messo in difficoltà i rossoneri almeno fino al gol di Florenzi (3-1). A inizio ripresa, sul 2-1 per i rossoneri (doppietta di Kessié), il legno colpito da Bajrami (autore del momentaneo 1-1) è stata la svolta del match, perché nel giro di pochi minuti prima Florenzi su punizione, poi Theo Hernandez hanno chiuso la pratica, dopo la grande paura. Solamente per le statistiche il rigore trasformato da Pinamonti nel finale (clamorosa la traversa colpita da Alessio Romagnoli proprio all’ultimo secondo). Protagonista anche il portiere Maignan, che nella prima frazione è stato decisivo sulla conclusione di Pinamonti.

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Pioli che ha lasciato in panchina Diaz ha schierato al suo posto Kessié, dietro l’unica punta Giroud. Mossa che si è rivelata vincente, perché il centrocampista del Milan nella prima frazione ha realizzato una doppietta. Due gol per Kessié con la maglia del Milan mancavano dall’ultima giornata dello scorso campionato a Bergamo, mentre se cerchiamo una doppietta senza calci di rigore, bisogna risalire all’ agosto 2016, quando all’esordio in A con la maglia della Dea segnò due reti alla Lazio. In rete anche Alessandro Florenzi, che in Serie A non segnava da due anni e mezzo. L’ultimo centro risaliva al 12 maggio 2019, quando la Roma superò 2 a 0 la Juventus.

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il 22 dicembre era una data spauracchio per il Milan, che in quattordici partite aveva vinto solamente tre volte (tutte in casa) e l’ultima risaliva addirittura al 1974 quando il Bologna venne superato per 3 a 0. E’ stata anche la prima vittoria in questo giorno per i rossoneri.

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Continua la maledizione dell’Empoli contro il Milan fra le propria mura. Proprio così, perché in 14 partite sono arrivate 7 sconfitte e altrettanti pareggi, senza nessuna vittoria dei toscani. Per la seconda volta nella sua storia il Milan segna quattro reti sul campo dell’Empoli. La prima e unica volta risale al 26 novembre 2016, quando allora i rossoneri si imposero 4 a 1 con le reti di Lapadula (doppietta), Suso e autorete di Costa che resero inutile il provvisorio dell’ex Saponara.

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il Milan chiude l’anno al secondo posto con 42 punti, complice anche il ko casalingo del Napoli contro lo Spezia. La capolista Inter è distante 4 punti, mentre dal quinto posto (Juventus) ha un vantaggio di 8 punti.

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Ora il campionato si ferma per la sosta Natalizia. Alla ripresa, il 6 gennaio, il Milan riceverà a San Siro la Roma di Mourinho, in una sfida importantissima in chiave classifica. La speranza è che Pioli possa recuperare qualche infortunato, perché altrimenti è durissima lottare con le concorrenti…

 

tutte le notizie di