Inter-Juventus è la torta di compleanno del campionato di Serie A

Inter-Juventus è la torta di compleanno del campionato di Serie A

Le candeline in Lega Serie A

di Redazione DDD

di Serena Calandra –

Si è svolta presso la sede della Lega Serie A la celebrazione dei 90 anni del calcio italiano a girone unico. A presenziare l’evento l’Ad della Lega Serie A Luigi De Siervo e due dei più grandi interpreti  del campionato italiano David Trezeguet e Javier Zanetti. I due campioni di Juventus ed Inter dopo una introduzione all’evento hanno così risposto alle domande e curiosità in vista al derby d’Italia in programma domenica a San Siro.  “Sono molto emozionato nel rivedere e rivivere la storia del calcio- commenta il vice presidente Javier Zanetti- Per me è stato un onore rappresentare la maglia dell’Inter in questi anni.

Per la mia prima partita a San Siro erano con me i miei genitori. Tanti i sacrifici fatti ma di certo posso dire che Il calcio italiano mi ha dato tanto. Ho iniziato con l’Inter e smesso con l’Inter come volevo. È cambiato tutto anche le maglie. Sono convinto che la maglia sia una cosa sacra. Da quando giocavo io sono cambiate tanto ma una cosa però è certa: non cambia la storia. Inter-Juventus? Sarà una grande partita con tanta storia dietro. Spero si parli solo di calcio e che vinca il migliore. Domenica- conclude il dirigente- si giocherà un grande match e spero saranno tutti entusiasti.”

“Ho fatto 10 anni alla Juve- ha esordito Trezeguet- Sono arrivato giovane a Torino e ho smesso ad un’età importante. Ringrazierò sempre l’Italia e il calcio italiano mi hanno dato tanto e fatto scoprire il calcio vero. Ho conosciuto grandi campioni e imparato dai migliori. Sono cresciuto molto sia a livello professionale sia personale. È stato un onore indossare la maglia della Juve.   – poi continua l’ex giocatore- Ho vissuto il periodo importante del calcio italiano. Allora tanti grandissimi giocatori volevano venire in Italia e fare bene. Coloro che sono partiti adesso vogliono ritornare . Questo perché il presente e il futuro sono  pieni di idee. Di certo sta tornando ad essere il campionato che io ho conosciuto.

Oggi gli sponsor predominano sulle maglie ma a parte questo l’attaccamento alla maglia e ai tifosi fa parte della storia della società. Inter e Juve vogliono centrare gli obiettivi. Domenica sarà una partita calcisticamente difficile, giocata con professionismo ma emotivamente sarà una gara forte. La partita più importante in Italia. Non sarà determinante ma bella da giocare.”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy