Tutto in palio al Picco

Lo Spezia per l’impresa: come quando i Vigili del fuoco batterono il Grande Torino

Lo Spezia per l’impresa: come quando i Vigili del fuoco batterono il Grande Torino - immagine 1
Da quella storica vittoria, ai recenti scontri. Toro e Spezia, si contendono sempre qualcosa….
Matteo Murru

Al Picco domani pomeriggio, sabato 27 maggio. sarà un match da defibrillatore. Tutti avvisati.

A due dal termine, le situazioni salvezza-Europa non sono mai state così tanto ingarbugliate. I liguri appena “un punto” sopra la zona retrocessione, hanno ancora tutto nelle proprie mani.

LEGGI ANCHE

Quei quattro gol del 2021...

Il Toro dal canto suo, vuole un Europa che manca fa fin troppo. I Granata in realtà hanno tanta carne sul fuoco. Oltre all’obiettivo da centrare c’è qualche sassolino da togliere dalle scarpe. Andando a ritroso cronologicamente, c’è da vendicarsi sulla sconfitta d’andata firmata da Nzola su penalty. Ma c’è soprattutto da vendicare il quasi disastro sportivo della stagione 2020/2021 quando i piemontesi terminarono 17esimi a solo 4 punti dalla zona retrocessione.  Il 15 maggio, l’ultima batosta, la diede proprio lo Spezia con un 4-1 che garantì ai Liguri la salvezza, ma inguaió il Toro scornato di mister Nicola. Oggi però la storia è un altra, perché il Toro arriva con grandi motivazioni alla sfida di domani e con un sogno nel taschino. Allora agli aquilotti di Semplici servirà quasi un impresa, un impresa che avvenne già nel lontanato 1943/44. Il corpo dei Vigili del fuoco spezzini arrivó nella fase finale del campionato dove incontró il Venezia ed il grande Torino di Mazzola e Piola, portando a casa una storica vittoria durante l’angosciante periodo bellico.

Lo Spezia per l’impresa: come quando i Vigili del fuoco batterono il Grande Torino- immagine 2
tutte le notizie di