DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

VAR, COME E' POSSIBILE...

Luca Mezzano: “Bremer pronto per una big, Inter manca un vice Brozovic – Errore arbitrale clamoroso”

TURIN, ITALY - MARCH 13: Koffi Djidji of Torino FC is challenged by Lautaro Martinez of FC Internazionale during the Serie A match between Torino FC and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 13, 2022 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il match di domenica sera Torino-Inter, terminato 1 a 1, è ancora un tema caldissimo, ed ecco allora le parole di Luca Mezzano, ex giocatore di entrambe le squadre.

Redazione DDD

Luca Mezzano è ex giocatore sia del Toro che dell'Inter. L’ex difensore, che con la maglia nerazzurra ha vinto la Coppa Uefa nel 1997-1998 e che ha totalizzato più di 100 presenze con la maglia del Torino, la sua squadra del cuore, ha analizzato nel dettaglio la partita, rintracciando luci e ombre, punti di forza e punti di debolezza dell’Inter di Inzaghi e della formazione di Juric. Inoltre, Mezzano si è espresso sulla lotta scudetto e ci ha parlato dei suoi ricordi calcistici più emozionanti: "Risultato giusto? Se ragioniamo in base alle occasioni avute da entrambe le squadre, direi di sì: l’Inter è una grande squadra, ma il Toro ha fatto una grande partita. Sono contento perché ho rivisto il Torino di inizio stagione, che quando è in questa condizione riesce a giocarsela con tutti i club, anche quelli di primissima fascia. Tuttavia, non si può far finta di niente: il risultato è stato condizionato da un errore clamoroso, che non ha alcuna spiegazione e che fa venire una gran rabbia ai tifosi del Toro e a chi ama questo sport. Ci si chiede come sia possibile che il VAR non intervenga o che veda immagini fuorvianti. Questo fa alimentare ancora di più la malafede, perché bastava far vedere l’immagine più eclatante, e non quella ripresa da dietro. Non si può non pensare male. Questo dispiace per il calcio e per i tifosi, perché si tratta di un’ingiustizia enorme".

Quanto è cresciuto Bremer? "Bremer - le parole di Mezzano a SuperNews - ha avuto una crescita esponenziale. Già lo scorso anno ha fatto un campionato di altissimo livello e quest’anno, cosa più difficile, lo sta confermando, sia dal punto di vista difensivo che dal punto di vista dei gol segnati. Io credo che il brasiliano sia pronto a qualsiasi palcoscenico, perché è bravo sull’uomo, a campo aperto, di testa, ha personalità e segna. E’ ancora un difensore relativamente giovane, con ancora margini di crescita, ma ad oggi ha un profilo di altissimo livello. Sta facendo benissimo da centrale di una difesa a tre, e avrà da lavorare un po’ sulle dinamiche diverse di una difesa a quattro per completare il suo bagaglio da difensore, ma per quanto mi riguarda Bremer è prontissimo per qualsiasi squadra top, in Italia o all’estero. Da tifoso del Toro, mi auguro che possa rimanere almeno un altro anno con la maglia granata perché, avendo il Torino una buona base, con qualche innesto e con un giocatore di questa qualità può sognare di lottare per un posto in Europa".

All'Inter quanto pesa la mancanza di un reale sostituto di Brozovic? "Il limite più importante dell’Inter è proprio la mancanza di un sostituto di Brozovic. Con un centrocampo a tre il regista è un giocatore fondamentale: deve prendere il controllo del gioco, deve dominare nel mezzo. Se non hai un giocatore che ha quelle geometrie, quella personalità e quella capacità di far girare la squadra intera, ovviamente fai anche più fatica a far arrivare la palla davanti, a costruire da dietro in maniera pulita, a servire una mezzala che possa a sua volta aiutare le due punte. Per me, è questa l’unica grande pecca di questa squadra. Per quanto riguarda il match contro il Torino, l’Inter la sua partita l’ha giocata, le sue occasioni le ha costruite, ma sicuramente ha perso un po’ di smalto. La squadra c’è, ma essendo Brozovic un giocatore fondamentale per i meccanismi di gioco, la sua mancanza può essere un problema alla lunga. C’è da sperare che il croato stia sempre bene".

 

tutte le notizie di