Mentana critica Zhang e l’uscita di Agnelli sull’Atalanta non è piaciuta ai tifosi bianconeri: buon Juve-Inter a tutti!

Mentana critica Zhang e l’uscita di Agnelli sull’Atalanta non è piaciuta ai tifosi bianconeri: buon Juve-Inter a tutti!

Dal Pino e l’Atalanta: i bersagli bianconerazzurri nella settimana di Juventus-Inter

di Redazione DDD

analisi Facebook di Roberto Beccantini –

Ultima o non ultima cena, i pesi massimi di Inter e Juventus si frequentano, si confrontano, si stuzzicano. La «pagliacceria rusticana» di Steven Zhang contro Paolo Dal Pino, il presidente di Lega reo di aver scherzato sulla salute (di chi? per conto di chi?), era stata stigmatizzata persino da Enrico Mentana: «Vergogna». Da Londra, una riflessione di Andrea Agnelli sul futuro della SuperChampions ha declassato il contenzioso di cui sopra a noiosa bega condominiale. «Atalanta dentro e Roma fuori: giusto?». Giustissimo, naturalmente. E non solo perché in dubio pro Dea: giustissimo perché lo «ius loci» (il diritto del campo) deve prevalere, sempre e comunque, sullo «ius bacheche» (l’albo d’oro, il business, gli investimenti, i bilanci).

I bisticci Zhang-Dal Pino fanno parte del teatrino domestico: cambiano le facce, non le teste. E poi, se proprio interessa il mio parere, abolirei la Lega. Mica siamo in Nba o la Nba, in Premier o la Premier. Basta un ragioniere che distribuisca i soldi e un tizio che controlli il gettito dei rigori. Per 541 giorni, in passato, il Belgio andò avanti senza governo. E il consorzio delle società, occhio, non è il governo: è la confindustria.

Tornando ad Agnelli. Ha telefonato ad Antonio Percassi. Si è chiarito. Non vorrei però che, con il Lione alle porte (chiuse), si incavolasse la nemesi. E comunque, a uso e consumo di coloro che sono interessati all’argomento, anche molti tifosi della Juventus non hanno gradito l’uscita del loro presidente (che è pure il gran capo dell’Eca, la Lega dei club europei). Scrissi dei progetti di un torneo più esclusivo ed elitario il 28 marzo 2019 sulla «Gazzetta». La chiave era e rimane il protocollo delle vie di accesso. Chiudevo così: «L’unione fondata sul denaro non mi pare abbia prodotto un’Europa migliore, più giusta. Proprio per questo, abbasso i muri ma anche lo «ius bacheche».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy