Il Napolista contro l’Inter, il napoletano contro Sarri

Il Napolista contro l’Inter, il napoletano contro Sarri

di Redazione Derby Derby Derby

di Leonardo Sasso –

Come ogni estate, Dimaro è una kermesse. Da Posillipo al Trentino, da Mergellina alle vette di Campiglio, il Napoli riesce sempre a fare notizia, a portare sole e mare anche sui monti.

In questo senso, non poteva mancare ai piedi delle montagne di Dimaro Folgarida, qualche striscione contro Maurizio Sarri. Inevitabile.

Ma nell’estate 2019, anche a Napoli si è diffusa la leggenda metropolitana che la squadra sia lontana dai tifosi, quando in realtà con Ancelotti in particolare la filosofia è quella della vicinanza e delle porte aperte.

Ha scritto il sito Il Napolista: “Una delle fake news più gettonate è quella relativa alla distanza del Napoli dalla propria gente. Nulla di più falso, ovviamente. Come ogni anno conferma il ritiro di Dimaro che si conferma isola felice soprattutto perché popolata soprattutto da napoletani non più residenti a Napoli. I migliori tifosi. Quelli che amano il Napoli. Che si emozionano alla vista della maglia. Che non vivono di rancore. E, chissà, forse non hanno nemmeno palpitato per il Chelsea per ritrovarsi adesso orfani e in crisi d’identità.Il Napoli a Dimaro disputerà circa quaranta allenamenti – saranno qualcuno in più facendo bene i conti – a porte aperte, con i tifosi a stretto contatto con la squadra. Non sappiamo quante squadre in Serie A oggi lo fanno. Senza dimenticare i quattro calciatori che quotidianamente firmano per un’ora scarsa autografi. Eppure, la fake news procede sempre e solo in direzione contraria”.

Il tema semmai riguarda le altre squadre:  l’Inter di Conte, a Lugano, si allena in un clima di totale isolamento. Ritiro blindato. “Clima asettico, lontano da occhi indiscreti” scrive Sky Sport sul proprio sito. “Allenamenti a porte chiuse, giocatori scortati su van con vetri oscurati, strutture fasciate con teloni di plastica, dintorni del centro sportivo controllati da vigilantes e cani da guardia”.

La Juventus del nuovo Maurizio Sarri  si allena a Torino a porte chiuse. Quei pochi tifosi che si sono affacciati erano talmente disperati che hanno rivolto cori di apprezzamento a Gonzalo Higuain.

Idem per la Roma che ha cominciato a Trigoria con una seduta a porte chiuse. Questa mattina la seduta sarà aperta trenta minuti alla stampa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy