I retrocessi Di Lorenzo, Krunic e Bennacer: i casi di Cuadrado e Ilicic

I retrocessi Di Lorenzo, Krunic e Bennacer: i casi di Cuadrado e Ilicic

di Redazione Derby Derby Derby

di Mattia Marinelli –

Juan Cuadrado estate 2012 dal Lecce (retrocesso) alla Fiorentina – Mattia Perin estate 2013 dal Pescara (retrocesso) al Genoa – Josip Ilicic estate 2013 dal Palermo (retrocesso) alla Fiorentina – Cristiano Biraghi estate 2014 dal Catania (retrocesso) al Chievo – Gregoire Defrel estate 2015 dal Cesena (retrocesso) al Sassuolo – Simone Verdi gennaio 2016 dal Carpi (zona retrocessione e poi retrocesso) al Bologna – Bryan Cristante estate 2017 dal Pescara (retrocesso) all’Atalanta – Rolando Mandragora gennaio 2018 dal Crotone (zona retrocessione e poi retrocesso) all’Udinese – Moise Kean gennaio 2018 dal Verona (zona retrocessione e poi retrocesso) alla Juventus.

E’ un elenco di stretta attualità perchè ricorda i giocatori che, negli ultimi 7 anni, hanno cambiato casacca dopo la retrocessione della loro squadra o subito dopo la retrocessione della loro squadra. L’attualità della questione è data dall’Empoli che è retrocessa ma che è grande protagonista del mercato con Di Lorenzo al Napoli, con Andreazzoli al Genoa e con la doppia operazione Milan di Bennacer dopo Krunic. Retrocedere è una forte delusione sportiva, ma non necessariamente una macchia sulla carriera successiva di un giocatore. Nella Liga 2011-12, ad esempio, ci fu la retrocessione del Villarreal ma i tre giocatori ceduti nell’estate 2012 dal Sottomarino Giallo in Italia hanno fatto bene: Gonzalo Rodriguez, Borja Valero e Cristian Zapata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy