DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

TRA VAR E ARBITRI

Rino Foschi: “Empoli-Inter rigore netto, il Var deve diventare la moviola in campo”

EMPOLI, ITALY - OCTOBER 27: Nedim Bajrami of Empoli FC battles for the ball with Marcelo Brozovic of FC Internazionale during the Serie A match between Empoli FC and FC Internazionale at Stadio Carlo Castellani on October 27, 2021 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Discussioni anche sul turno infrasettimanale...

Redazione DDD

In merito alle recenti controversie arbitrali, la redazione di DerbyDerbyDerby.it ha intervistato in esclusiva Rino Foschi, noto direttore sportivo. Qual è la sua chiave di lettura rispetto al rigore non assegnato a Bajrami in Empoli-Inter? “Era rigore netto. Non capisco perché l’arbitro non sia andato al Var”. Var che non si comprende quando deve intervenire e quando non… “Secondo me stiamo usando questo strumento nella maniera sbagliata”.

 (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images for Lega B)

Per quali ragioni? “Se dopo quattro anni siamo ancora qui a chiederci quando il Var deve intervenire forse abbiamo sbagliato qualcosa. Secondo me, se si decide che l’arbitro di campo ha la giurisdizione della gara, deve essere così. Altrimenti venga chiarito che così non è”. Da dove sorge il problema? “Dal fatto che non c’è uniformità di giudizio. Bisognerebbe che, dopo tutti questi anni, si stili un bilancio di questa esperienza tra tutti gli arbitri. Poi che si prenda una decisione netta: o tutti gli episodi similari vengono sanzionati, oppure no. Ma questo va fatto di fretta”. C’è chi pensa alla malafede… “Ed è sbagliato. A rimetterci però sono gli arbitri, che passano per dilettanti quando non lo sono”.

Credi che i direttori di gara, per ambizione di carriera, tendano a ostacolarsi tra loro? “No, lo escludo categoricamente. Bisognerebbe però che ci siano maggiori comunicazioni tra i vari arbitri, al fine di evitare di commettere, ogni domenica, sempre gli stessi errori”. Quale soluzione si sente di avanzare? “Trasformarlo in una sorta di moviola in campo. Per evitare isterismi inutili, ogni allenatore può alzare la mano e chiamare il Var una volta a partita. Così si è tutti sereni”.

tutte le notizie di