Rosso di Seri 3.0: CR7 e Ibra costano, ma i ricavi di Juventus e Milan sono in impennata

Rosso di Seri 3.0: CR7 e Ibra costano, ma i ricavi di Juventus e Milan sono in impennata

Il calcio una questione di fiuto, Ibra e Ronaldo i due colpi più pesanti in termini di merchandising e prestazioni sportive.

di Serena Calandra

Comprare una stella non è cosa possibile a tutti e chi ci riesce poi di certo deve fare i conti con alcune approfondite analisi, per lo più di mercato, considerando i guadagni che quell’operazione porta e i costi che dall’altro lato ne comporta. Non stiamo parlando delle stelle fisse nel cielo miei cari lettori ma di quelle che abitano sulla terra e che alle nostre care società di calcio fruttano milioni e milioni.

La prima analisi riguarda il giocatore che in Italia e quindi alla Juventus ha portato dei ricavi di non poco conto, stiamo parlando proprio di lui: Cristiano Ronaldo. Il suo valore, non solo calcistico ma anche e soprattutto mediatico, pesa talmente tanto, tra le entrate legate ai biglietti staccati dai tifosi e la pubblicità garantita dai vari sponsor, da poter coprire il costo dello stesso ingaggio del giocatore. Secondo i dati riscontrati, i ricavi ottenuti grazie alla sua presenza sono pari ad euro 74 milioni ovvero + il 23% rispetto a quelli precedenti. Senza contare l’aspetto  commerciale che ha confermato un incremento del 34%. Insomma Ronaldo non è stato uno di quegli acquisti facili da supportare ma senza dubbio le analisi effettuate hanno consolidato le idee di partenza di una società che da sempre continua ad impartire lezioni ai propri avversari: per puntare in alto bisogna essere disposti a cadere con il rischio di farsi male…

Cristiano Ronaldo

Come Ronaldo un’altra stella è riuscita in pochissimi giorni a lasciare l’impronta che ci si aspettava, stiamo parlando di Zlatan Ibrahimovic . La presenza dello svedese si è fatta sentire sin da subito nel confronto relativo alla gara di Coppa Italia del 15 gennaio. Per l’occasione il Milan non solo ha superato le aspettative fissate ma anche gli incassi della sua rivale diretta, l’Inter. Sono stati infatti 32.093 i tifosi paganti presenti a San Siro con un incasso pari 195.162, 10 € molti di più di quelli fatti registrare dai nerazzurri, in campo di fronte 28.914 sostenitori. La presenza dell’attaccante fa ben sperare e già per la gara di domenica con l’Udinese la società rossonera fa sapere di aver raggiunto gli oltre 50.000 mila spettatori, dato destinato a crescere in questi 2 gg. L’effetto Ibra si fa già sentire e fa ben guardare anche sul piano economico. Secondo alcune valutazioni effettuate, l’ingaggio da 15 milioni di euro (previsti in caso di conferma sino al 2021) dovrebbe rientrare nelle spese grazie alle future entrate legate proprio all’aspetto commerciale. Ibra piace e non solo ai tifosi ma soprattutto agli sponsor, uno tra tutti Fly Emirates convinto della partnership con i rossoneri grazie al volto dello svedese.

Zlatan Ibrahimovic

Poco importa delle perdite momentanee, nel calcio come nella vita bisogna saperci vedere lungo e stavolta Juve e Milan hanno superato ogni aspettativa, anticipando il tempo con grande fiuto!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy