Sabatino Durante, agente sportivo: peccato per Everton e complimenti a Marotta-Ausilio

Sabatino Durante, agente sportivo: peccato per Everton e complimenti a Marotta-Ausilio

Durante, conoscitore del calcio internazionale ed esperto di calcio brasiliano, fa una panoramica sui temi di mercato

di Domenico La Marca

Sabatino Durante, noto dirigente sportivo e procuratore, profondo conoscitore di calcio internazionale ed in particolare modo di quello sudamericano, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Derbyderbyderby.it, ecco quanto emerso:

Pedro, il colpo della Fiorentina – “Se non si fosse infortunato a febbraio staremmo parlando dell’attaccante titolare della nazionale brasiliana, nonostante la presenza di Firmino e Gabriel Jesus. E’ un giocatore eccellente, che possiede presenza fisica ed una grande qualità tecnica, un profilo ideale per il calcio europeo. Purtroppo quando un calciatore subisce un infortunio al crociato ha bisogno di molti mesi per recuperare pienamente, nonostante ciò, appena rientrato si è rimesso subito a segnare. Pradè si è assicurato un grande colpo a costi relativamente contenuti, considerate le difficoltà economiche del Fluminense, che comunque si è garantito una percentuale sulla futura rivendita.”

L’operazione Icardi – “Ho fatto i complimenti con un messaggio sia a Marotta che a Ausilio, i quali sono stati due grandi fuoriclasse per quanto riguarda l’operazione Icardi, nonostante ciò dispiace che vada via un attaccante forte e micidiale in area di rigore. Il Napoli ha avuto le sue chances di assicurarsi Icardi a maggio, era stato imbastito uno scambio tra la punta argentina ed Insigne, ma i partenopei volevano un conguaglio di 20 milioni, che poi avrebbero dirottato su Everton, che prima dell’exploit in Copa America, si poteva prendere a costi relativamente bassi( 15-20 milioni di euro).”

Napoli, il mercato – “L’anno scorso il Napoli con la cessione di Jorginho aveva perso molto, non intervenendo in maniera adeguata sul mercato per sostituirlo. In questa sessione estiva il Napoli ha operato molto bene, migliorando la sua rosa, nonostante Ancelotti volesse James, che reputo un calciatore di qualità ma discontinuo. Questa squadra deve solo trovare gli equilibri giusti, credo che a centrocampo debbano giocare Allan ed Elmas, garantendo così una maggiore protezione alla retroguardia partenopea. In attacco, oltre l’arrivo di Lozano, che considero un buon giocatore, riconosco come i tre veterani(Mertens, Insigne e Callejon) siano veramente letali e come si trovino alla perfezione. Inoltre ci tengo a ribadire che bisogna dare fiducia ad Ancelotti, è da pazzi mettere in discussione un tecnico di tale spessore.”

La qualità del nostro calcio – “Non credo che sia migliorata la qualità del nostro calcio, Lukaku che è arrivato per 80 milioni, non era titolare con Mourinho e con Solskjær, lo stesso Ribery che reputiamo una stella, non è più certamente al massimo del suo potenziale, visto i suoi 36 anni ed è reduce da una stagione dove ha visto più la panchina che il campo. Ribadisco che il vero colpo di mercato è stato proprio Pedro, questo ragazzo è una prima scelta e potrà migliorare il nostro calcio, sempre che venga messo nelle condizioni insieme agli altri giovani della Fiorentina di esplodere. Capiremo realmente il valore del nostro calcio solamente se le nostre squadre riusciranno ad imporsi nelle competizioni internazionali, contesto in cui non primeggiamo da anni.”

Gabigol, l’apprendista fuoriclasse – “Purtroppo in Italia non si ha pazienza, Gabriel Barbosa nella sua esperienza in nerazzurro è stato schierato come esterno, mentre lui è una punta di movimento come Firmino e Gabriel Jesus, lo reputo un apprendista fuoriclasse. Al Flamengo, Gabigol sta facendo cose straordinarie, sta dimostrando una grande forza fisica e una qualità fuori dal comune.”

Everton, il rimpianto – “Il Gremio non ha problemi di natura economica, pertanto sarà difficile portarlo via da questo club e dal Brasile, il calciatore in Copa America non ha fatto sentire l’assenza di Neymar, mentre con la compagine di Porto Alegre è stato letteralmente straripante contro il Palmeiras in Copa Libertadores. Credo che sia normale che la sua valutazione oscilli sui 70/80 milioni, cifre che possono essere raggiunte tranquillamente dai club inglesi.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy