Social, Claudio Marchisio “Stiamo sbagliando tutti”: ma deve difendersi dagli attacchi dei suoi tifosi

I social e Juve-Napoli

di Redazione DDD

“Non funziona, stiamo sbagliando tutti”. Claudio Marchisio ha espresso il suo pensiero in una serie di tweet molto commentati e anche criticati, soprattutto da parte dei suoi ex tifosi che non gli perdonano l’atteggiamento indulgente nei confronti del Napoli. “Vi soffermate su Juventus-Napoli ma quello che è successo fa capire una volta di più, grazie al calcio che fa notizia, che tutto non sta funzionando. Quanti problemi di questo genere possiamo vedere nel nostro paese in ogni settore?”, domanda Marchisio, che aggiunge poi a commento di un tweet del giornalista Riccardo Cucchi, che evidenzia come il protocollo in vigore per il calcio contrasti con l’intervento della Asl: “Che si risolva bene e in fretta. Non solo per Juventus-Napoli ma per tutto il sistema, per lo sport in generale che deve sempre preservare la massima trasparenza e dare esempio a un mondo che tanti amano nel profondo, con passione, ma che ormai tanti vivono solo con rivalità”.

Claudio Marchisio all’Allianz Stadium

Adnkronos riporta anche le parole di Marchisio in risposta ai tifosi della Juventus che lo attaccano ricordandogli le responsabilità del Napoli: “Tutti hanno fatto errori, vale per qualsiasi settore! Forse, anzi no, molto peggio in altri ambienti rispetto a Juventus-Napoli, ma tutti noi cerchiamo di far rumore e sbagliando, proprio in una partita di calcio”. E ancora: “Vero. C’è un protocollo. Ma voi vi state rendendo conto di cosa stiamo scrivendo, leggendo e poi pensando a tutto quello che è legato a una partita. Io parlo di altro. Non di tifosi del Napoli o della Juve, di società o una partita non giocata. Stiamo sbagliando tutti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy