Toni Capuozzo e il “suo” Milan a Torino: “Spero almeno di protestare per gli episodi arbitrali”

Toni Capuozzo e il “suo” Milan a Torino: “Spero almeno di protestare per gli episodi arbitrali”

Vincitore di molti premi giornalistici negli ultimi 20 anni, il celebre inviato Toni Capuozzo è un grande tifoso rossonero e attende con trepidazione Juventus-Milan

di Redazione DDD

di Mauro Suma –

“Sono appena uscito dall’ospedale, tutto bene comunque via”…Certo, il Milan non aiuta…sospiro…”Bisogna avere pazienza”. Inizia così il dialogo con Toni Capuozzo, giornalista, inviato e scrittore, con Juventus-Milan sullo sfondo.

Capuozzo, tifoso milanista fervente, è schietto e diretto: “Sul risultato sono pessimista, però guardo anche ad altro. Non voglio che il Milan faccia brutta figura, non voglio un punteggio pesante, vorrei che il Milan tenesse almeno botta, giocandosi la partita fino in fondo con tutte le sue forze. Non voglio vedere la squadra sbracare. Ecco poi se la Juventus segna con un gol contestato o se la partita fosse disseminata di decisioni arbitrali discutibili, ecco non mi dispiacerebbe poi avere almeno la possibilità di contestare gli episodi…”.

Anche sui singoli rossoneri, il celebre inviato dice la sua: “Io nutro rispetto per Suso, è uno dei giocatori più dotati tecnicamente della rosa, però ho la sensazione che lui al Milan abbia fatto il suo tempo. Perchè? Mi sembra come quei matrimoni che non funzionano, ho questa sensazione, come quando moglie e marito sono insieme e guardano tutti e due il telefonino…Nulla di grave, Suso è un ottimo giocatore che si impegna sempre. Non mi ha mai fatto arrabbiare, come invece ha fatto Rafael Leao nella sua ultima prestazione con la Lazio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy