Tra Commisso e Modric, spunta Suso: ai tre punti ci pensa lui

Tra Commisso e Modric, spunta Suso: ai tre punti ci pensa lui

Punizione-gol di Suso, ma non solo

di Redazione DDD

di Mattia Marinelli –

Il pre-partita di Milan-Spal era stato concentrato su Adriano Galliani e le sue considerazioni fiorentine: “Sono dispiaciutissimo che Commisso sia arrivato solo ad un passo dal Milan. Yonghong Li non gliel’ha ceduto e poco dopo ha perso tutto ed è subentrato il fondo Elliott. Ancora oggi: mai capito il perché di tutto questo”. Auello che davvero non si capisce è perchè la Fininvest abbia scelto Yonghong Li. Poi era toccato a Zvonimir Boban essere chiaro e preciso: “La storia di Luka è stata montata, non so da chi. Questa situazione mi fa soffrire: usciamone”. Paquetà: “Suso è un grande giocatore e questo gol gli darà fiducia per le prossime partite”.

In ogni caso, i rossoneri battono la Spal con un gol dello spagnolo su punizione, primo successo con Pioli in panchina. Proprio lui, Suso, il più contestato dai tifosi, ha abbattuto il muro della Spal con un tiro da tre punti per una vittoria fondamentale che riporta il Milan nella parte sinistra della classifica. Una punizione esemplare ha allontanato i fantasmi nella notte di Halloween. I tre punti consentono al Milan di affrontare con più serenità il terribile trittico che lo aspetta, nell’ordine Lazio. Juventus e Napoli. Theo Hernandez e il ritrovato Suso hanno dato un contributo fondamentale. Lo spagnolo quando entra si rivela decisivo dopo appena sei minuti, con una deliziosa punizione. I tre punti equivalgono a un bel sospiro di sollievo. Ci si aspettava un ambiente ostile, invece il pubblico non è stato così negativo.

Il voto più alto in pagella, 7, è per Suso. Ma i voti sono sufficienti anche per molti altri giocatori. Duarte all’altezza di entrambi gli incarichi di terzino destro e di centrale, Paquetà è ispirato ma da uno come lui è lecito aspettarsi di più, Pioli contava vincere e si è vinto. Il tecnico rossonero soddisfatto ma non gli basta: “Dobbiamo lavorare su velocità e qualità del gioco”. Pioli aveva chiesto un Milan coraggioso, ma temendo lo scherzetto dalle parti di Gigio la squadra era parsa impaurita, poi in un attimo Suso ha ritrovato il suo colpo letale. Ancora Pioli: “Con il sacrificio arriveremo in alto”. Boban però avverte: “C’è molto da fare”. Paquetà felice per il suo compagno di squadra: “Suso, questa rete gli darà fiducia”. A sua volta Pioli: “La qualità c’è, contro la Lazio voglio vedere di più. Suso può fare meglio, ha doti che è bello allenare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy