DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

LA CRESCITA DELL'ATTACCANTE NIGERIANO DEL VENEZIA

Venezia, entusiasmo Okereke: “Mi manca solo quel gol al Sassuolo…ogni partita è una battaglia”

BOLOGNA, ITALY - NOVEMBER 21: David Okereke of Venezia FC celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Bologna FC and Venezia FC at Stadio Renato Dall'Ara on November 21, 2021 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

David Okereke, il rendimento del nigeriano è in forte crescita e lui si presenta in sala conferenze nella settimana di Venezia-Inter

Redazione DDD

"Secondo me contro il Bologna non era facile, abbiamo gestito bene la situazione e siamo riusciti a vincere. Abbiamo saputo sia attaccare che difendere. Penso che il merito del mio momento di gran forma sia da attribuire ai miei compagni che mi tengono sempre sulla corda. Per fortuna le cose stanno andando alla grande. Dobbiamo continuare a lavorare duramente". La mia esultanza? "Quando ero in Nigeria, giocavo sempre con i miei amici ed esultavamo in quel modo, ora – pur essendo io in Italia – continuo in maniera involontaria a fare quel gesto quando segno".

 (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Queste alcune delle dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa, a Venezia, dall'attaccante del lagunari David Okereke e raccolte da Trivenetogoal.it. Come ti trovi all’interno del gruppo? "Bene, molto bene. E’ un bel gruppo di ragazzi. Avere la possibilità di arrivare dall’Africa e poter giocare contro squadre blasonate che ho sempre guardato in televisione è bellissimo, è un’emozione unica". Un rammarico per questo avvio di stagione? "Penso sia il gol che non sono riuscito a segnare contro il Sassuolo. Ho sofferto molto dopo quell’errore, avrebbe potuto cambiare l’indirizzo della gara. Dobbiamo riuscire ad essere più concreti davanti alla porta e ci stiamo allenando in tal senso. Dopo la partita contro la Fiorentina, abbiamo avuto un periodo difficile, sappiamo che se abbassiamo la tensione può accadere di tutto e non dobbiamo permetterlo. Ogni partita è una battaglia". Come si affronta l’Inter? "Non lo so, deve deciderlo il mister, non io - prosegue Okereke dopo un sorriso -. Se mi chiamasse la mia Nazionale andrei volentieri, altrimenti sono felice anche se rimango qui a Venezia".

tutte le notizie di