DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

IL MISTER AI MICROFONI DI RADIO RAI

Venezia, Zanetti: “Con le grandi non abbiamo nulla da perdere”

Venezia, Zanetti: “Con le grandi non abbiamo nulla da perdere”

L’allenatore ha parlato prima del match con la Ternana in Coppa Italia

Davide Capano

Il Venezia ospita domani pomeriggio alle 15 la Ternana di Cristiano Lucarelli, in un match valido per i sedicesimi di Coppa Italia (chi vince incontra agli ottavi di finale l’Atalanta). Dopo il “punto d’oro” conquistato sabato con la Juventus, il tecnico Paolo Zanetti ha parlato ai microfoni di Radio Anch'io Sport, su Radio Rai: "Per noi è stata una partita difficile come sempre quando incontriamo squadre che hanno un gap tecnico importante con noi. La partita però è stata giocata a viso aperto, siamo stati bravi a portare a casa un punto. Non vediamo certo la miglior Juve degli ultimi anni in questa stagione". Mette più in difficoltà le grandi che le piccole. Perché? "Questa è una bella domanda, è un aspetto mentale sul quale dobbiamo lavorare tanto. Forse con le piccole abbiamo l'idea di dover vincere per forza. A parte Caldara e Romero abbiamo giocatori esordienti in Serie A, molti stranieri, quindi c'è il fatto psicologico. Anche con le piccole abbiamo fatto buone prestazioni, senza però prendere punti".

 (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Caldara potrebbe tornare al Milan a gennaio? "Arriva da un percorso difficile, la maturità tecnica ce l'ha, il problema è che ha avuto due anni di stop per un infortunio grave. Ci abbiamo creduto, io e il direttore siamo andati a casa sua a convincerlo e a farlo ripartire. L'infortunio è alle spalle, sta giocando bene perché è un giocatore forte e sta ritornando quel calciatore che era prima. Personalmente preferirei non perderlo ma è di proprietà del Milan e non so cosa succederà". Il girone di ritorno diverso da quello di andata come calendario. Può creare criticità? "Forse un po' sì, per una piccola incontrare tante big insieme è difficile. Può capitare ma può crearsi un problema psicologico se si incontrano le grandi tutte insieme. Le squadre vanno incontrate tutte, questo è normale, ma il calendario conta". Chi l'ha impressionata di più tra le grandi? "A parte i risultati, visto che contano le prestazioni, credo che l'Inter stia dimostrando qualcosa di più. Contro di noi abbiamo visto una squadra che ha un ottimo gioco, che viene da Conte, e ha unione di tecnica e fisicità. Credo che sia la squadra più forte".

tutte le notizie di