DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN-SALERNITANA 2-0

Vittoria dedicata a Kjaer e il Milan si prepara alla Champions

MILAN, ITALY - DECEMBER 04: Alexis Saelemaekers of AC Milan celebrates after scoring their side's second goal by holding up the jersey of Simon Kjaer during the Serie A match between AC Milan v US Salernitana at Stadio Giuseppe Meazza on December 04, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

I rossoneri senza grandi affanni battono la Salernitana e portano a casa tre punti importanti. L’unica nota negativa di giornata è l’infortunio a Pietro Pellegri, costretto ad abbandonare il terreno di gioco dopo 15 minuti

Redazione Derby Derby Derby

di Valentino Cesarini -

Il Milan supera senza troppa fatica la Salernitana e in attesa del big match di fra Napoli e Atalanta si riporta provvisoriamente in testa alla classifica in solitaria. A San Siro la squadra di Stefano Pioli, che effettua il riscaldamento con una maglietta speciale in onore di Simon Kjaer (annunciato tre volte dallo speaker dello stadio al momento delle formazioni), batte i campani di Colantuono con un netto 2 a 0. Risultato che poteva essere più ampio, anche viste le occasioni sbagliate dai rossoneri sia nel primo che nel secondo tempo: Messias, Leao, due volte Diaz, un po' per sfortuna, un po' per bravura di Belec, non hanno ampliato il risultato finale.

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

La Salernitana ha fatto poco o nulla e Mike Maignan non è mai stato chiamato veramente in causa, se non per qualche conclusione dalla distanza, bloccata dal portiere francese senza problemi. Le due reti dei rossoneri portano la firma di Kessié al quinto minuto e di Saelemaekers al diciottesimo. Un uno-due micidiale che ha spento subito le poche speranze della squadra granata. Per Kessié è il terzo centro in campionato, mentre per il numero 56 è la prima rete stagionale. Il belga, che festeggia alzando in alto la maglia di Simon Kjaer, non segnava da quasi un anno, visto che l’ultimo centro risaliva allo scorso dicembre in occasione di Sassuolo–Milan (20 dicembre).

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

L’unica nota negativa è l’infortunio di Pietro Pellegri che al minuto 15’ ha dovuto chiedere il cambio per un problema muscolare. L’attaccante, partito titolare cosa che in A non succedeva dal settembre 2017, probabilmente ha chiuso qua il 2021 con la maglia del Milan. Vedremo cosa riserverà il futuro e il mercato di gennaio, ma è chiaro che a Pioli servano almeno un paio (anche tre) rinforzi in vista della seconda parte di stagione: uno per ruolo, sarebbe l’ideale per cercare di giocarsi il tricolore con le avversarie più quotate, ma molto passa anche dalla gara di Champions in programma martedì a San Siro contro il Liverpool. Ovviamente il Milan dovrà vincere e sperare in un risultato positivo da Oporto, dove Porto e Atletico Madrid si giocheranno anche loro il passaggio agli ottavi.

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

È stato il terzo Milan–Salernitana di Serie A giocato fra le due squadre. In tutti e tre i match il Milan ha sempre vinto. Il primo incontro risale all’11 gennaio 1948 con i rossoneri vincenti per 2 a 0, mentre l’ultimo precedente risale al 31 gennaio 1999, quando il Milan si impose 3 a 2 al termine di una gara ricca di emozioni. Ora tutti davanti alla televisione a gustarsi gli altri due big match di giornata: Roma-Inter e Napoli-Atalanta…Con la consapevolezza che qualcuna di punti per strada oggi li perde…

 

tutte le notizie di