Dai timori per l’ordine pubblico alla doppietta dello Spezia nel 100′ del suo stadio: crisi Livorno

Dai timori per l’ordine pubblico alla doppietta dello Spezia nel 100′ del suo stadio: crisi Livorno

C’è più rivalita fra Spezia e Pisa, ma anche Spezia-Livorno non scherza. C’erano grossi timori per l’ordine pubblico su questa partita. Serie B, Spezia-Livorno 2-0

di Redazione DDD

In vista di Spezia-Livorno, gara ad alto tasso di rivalità poi finita 2-0 per gli spezzini, l’impianto sportivo ligure è stato presidiato medio e largo raggio al fine di assicurare il fluido e regolare afflusso delle tifoserie sia locale che ospite ed un rapido deflusso a fine partita. Per agevolare il transito dei tifosi e snellire la viabilità attorno allo stadio, era stato anche interdetto il parcheggio dei mezzi turistici sul controviale dello stadio.

E’ il 100esimo anniversario dell’inaugurazione dello stadio Picco di Spezia, per questo le autorità si sono anche appellate ad un sano spirito sportivo ed al senso di responsabilità di ognuno.

E’ andata poi bene per l’ordine pubblico, bene per lo Spezia (2-0), male invece, malissimo, da crisi nera, per il Livorno. Il Picco di Spezia, continua a rimanere un tabù per gli amaranto, con la formazione di Breda che rimane desolatamente all’ultimo posto della classifica. Così come desolante continua ad essere il rendimento offensivo degli amaranto, ancora una volta incapaci di trovare la via della rete. Un gol per tempo a favopre dello Spezia, Ragusa nel primo tempo e Mastinu nella ripresa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy