Dopo il derby perso con il Pisa, lo Spezia senza Galabinov atteso dal Livorno già retrocesso: sete di rivincita

Dopo il derby perso con il Pisa, lo Spezia senza Galabinov atteso dal Livorno già retrocesso: sete di rivincita

Emergenza infortuni per lo Spezia, in campo lunedì sera al “Picchi” di Livorno. Nelle scorse settimane Spezia-Pisa era terminata 1-2.

di Redazione DDD

Il Livorno è già retrocesso, ma lo Spezia, dopo il derby perso in casa non si fida. Gli spezzini cercano domani lunedì 13 luglio la vittoria del riscatto e della speranza, Ma c’è il dispiacere per l’infortunio a Galabinov sulla strada del derby di Livorno. Vincenzo Italiano, allenatore dello Spezia, è contento di aver battuto 5-1 il Cosenza, ma avrebbe preferito segnare 3 gol in meno e avere ancora in squadra Galabinov, che ha subito un infortunio alla coscia sinistra che lo mette a serio rischio per questo finale di campionato: “È chiaro che mi dispiace moltissimo per l’infortunio di Galabinov perché stava bene, era coinvolto, anche a livello di comportamenti iniziava a essere diverso, ma sono i rischi di questa ripresa”.

L’infortunio del bulgaro che priverà Italiano, che non si piange addosso, di un’altra pedina importantissima in vista del match di domani sera contro il già retrocesso Livorno. Saranno sette i giocatori assenti all’Ardenza: oltre al bomber, mancheranno gli infortunati Di Gaudio, Federico e Matteo Ricci, Reinhart, Capradossi e lo squalificato Nzola. Con l’aggiunta di Bartolomei non al meglio per una botta al costato, ma che comunque ci sarà. Di sicuro con uno Spezia così in emergenza, i problemi non mancano, anche perchè tra Spezia-Cosenza e Livorno-Spezia ci sono soltanto 2 giorni di differenza. Italiano: “Cercheremo di fare tutto il possibile per continuare a fare punti, perché adesso le partite sono sempre meno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy