Il Livorno in 10 batte il Pisa nel derby del Tirreno: una beffa e il digiuno nerazzurro continua

Il Livorno in 10 batte il Pisa nel derby del Tirreno: una beffa e il digiuno nerazzurro continua

Derby ad alta tensione fra Livorno e Pisa ma sono gli amaranto a festeggiare

di Redazione Derby Derby Derby

di Cristian Lantieri –

All’Armando Picchi è andato in scena il derby numero 48 fra Livorno e Pisa. Sfide del genere sono sempre ricche di emozioni, gioie e anche dolori. I padroni di casa arrivano nelle peggiori condizioni per affrontare gli avversari di sempre. Mister Breda deve rinunciare ancora a Brignola e Stoian, fuori per infortunio oltre allo squalificato Marsura. Gli ospiti, quasi in formazione tipo, partono forte e si divorano da due passi un gol con Masucci, che non sfrutta un traversone perfetto di Lisi. Al sedicesimo gli amaranto trovano il vantaggio con un autogol: cross di Porcino e sfortunata deviazione di Benedetti.

Al quarto d’ora della ripresa la svolta del match: Bogdan rimedia la seconda ammonizione lasciando i labronici in 10 uomini. Breda corre ai ripari inserendo Gasbarro per Braken. La partita si incattivisce col passare dei minuti. Poche le azioni degne di nota. Al 66esimo anche i pisani restano in dieci: espulso Birindelli per una gomitata rifilata a Luci.

Alla fine festeggia il Livorno. I tre punti nel derby, del resto, fanno godere sempre. Per il Pisa, invece, prosegue la maledizione del derby. In più la squadra della città della Torre non vince in campionato dal 15 settembre…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy