La salvezza è la nostra Champions League: così la curva del Pescara scalda i playout salvezza

La salvezza è la nostra Champions League: così la curva del Pescara scalda i playout salvezza

Lunedì 10 agosto a Pescara e venerdì 14 agosto a Perugia. Questa la scansione delle due gare dei playout per la salvezza in Serie B

di Redazione DDD

Dopo il ricorso respinto al Trapani con la retrocessione diretta in serie C dei siciliani, il presidente biancazzurro Daniele Sebastiani ha voluto spronare la squadra in vista del doppio incontro con il Perugia, con le sue dichiarazioni rilanciate da Ilmartino.it: “Ai ragazzi ho detto, al campo, che sulla carta siamo retrocessi, la verità è questa. Adesso servono gli attributi. Serve una salvezza che sarebbe fondamentale per noi, non solo per la prima squadra, ma per il movimento e il settore giovanile. La C sarebbe un danno importante che dovremmo caricarci sulle spalle: dimostriamo di non meritarla. Adesso devono allenarsi per questi 180’ fondamentali. Siamo tutti impegnati per il bene del Pescara, anche i tifosi, che sono stati eccezionali in questi giorni difficili”.

In vista del duplice spareggio salvezza con gli umbri, con un comunicato il gruppo della curva abruzzese Rangers 1976 sprona la squadra: “Oggi non è il momento di fare i processi, oggi non è il momento di chiedere il perché siamo arrivati a questa situazione… Oggi la cosa importante è che possiamo giocarcela, che ancora una volta dipendiamo da noi stessi. Oggi abbiamo bisogno di uomini veri, è inutile minacciare, è inutile “andare a prenderli”, non chiediamo ai giocatori di farlo per la maglia, quella solo noi possiamo capirla e amarla, vi chiediamo di farlo per voi stessi. DIMOSTRATE a PESCARA città di essere degni di essere qui, di essere in questa categoria non per sbaglio, di essere Uomini prima di essere giocatori. Giocate questa partita come fosse la finale del Mondiale. Nella storia non c’è posto per i perdenti, nessuno viene ricordato… Avete la possibilità di scrivere una pagina nella storia della NOSTRA PESCARA CALCIO !!!

E’ inutile continuare a sprecare anche carta ed inchiostro per questa società, di cosa dovremmo parlare ?? A Pescara tutta, alla Pescara sportiva diciamo che ora è il momento di unirsi, non si può cercare un colpevole a questa situazione, se ci stiamo giocando una finale play-out la colpa è di tutti Noi, nulla ci è dovuto mettetelo bene in testa; tutto quello di buono che abbiamo ottenuto lo abbiamo ottenuto con costanza e sacrificio, quindi la salvezza non è “il minimo che ci tocchi” oggi è la nostra Champions League…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy