Serie B, Pescara “Se ridanno i punti al Trapani non paghiamo più”: Trapani “Confidiamo nella giustizia sportiva”

Serie B, Pescara “Se ridanno i punti al Trapani non paghiamo più”: Trapani “Confidiamo nella giustizia sportiva”

Il presidente del Pescara Daniele Sebastiani ha rilasciato delle importante dichiarazioni al termine del match perso 1-0 contro il Chievo allo stadio “Bentegodi” nella 38esima giornata di Serie B. Gli abruzzesi dovranno disputare i playout contro il Perugia, ma se il Collegio di Garanzia del Coni il prossimo 6 Agosto dovesse restituire un punto al Trapani allora per il Delfino sarebbe retrocessione diretta in Serie C.

di Redazione DDD

Il presidente del Pescara Daniele Sebastiani è intervenuto ai microfoni di Picenotime dopo la sconfitta contro il Chievo che ha sancito l’accesso ai playout per gli abruzzesi: “Ancora una volta abbiamo preso gol su un’ingenuità difensiva. Per il resto, abbiamo sofferto solo le pale alte come spesso ci è capitato in stagione. E’ giusto che ci metta la faccia, perché sono il presidente. Adesso c’è una settimana di lavoro, grazie alla quale dovremo arrivare alla doppia sfida contro il Perugia con ben altro atteggiamento. Almeno una delle due partite dobbiamo vincerla, altrimenti andiamo a casa”.

Molto forti le parole relative al caso Trapani: “Se dovessero ridare loro i punti, vuol dire che in questo calcio si può fare tutto e, a partire dal prossimo anno, il Pescara non pagherà più nessuno”.

Dal canto suo, dopo la vittoria col Crotone, per il Trapani, in sala stampa si è presentato anche Stefano Petroni, a nome della proprietà:”Voglio ringraziare il mister, tutta la squadra e tutti coloro che ci hanno sostenuto in questa avventura: oggi sul campo, il Trapani sarebbe salvo e meritatamente. Abbiamo subito un’ingiustizia ma confido nella giustizia sportiva, ora dobbiamo aspettare il sei agosto sperando di portare a termine nel migliore dei modi la stagione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy