Battuti i rivali del Catanzaro nel derby del Granillo, festa grande a Reggio Calabria

Battuti i rivali del Catanzaro nel derby del Granillo, festa grande a Reggio Calabria

Va alla Reggina il derby contro il Catanzaro! Gli amaranto, a tre minuti dal 90’ trovano la rete della vittoria con Simone Corazza, e la squadra di mister Mimmo Toscano almeno per questa notte si può godere la vetta della classifica in compagnia della Ternana. Quinta vittoria consecutiva fra le mura amiche per la Reggina, mentre per il Catanzaro in trasferta è lo stop numero tre dopo Viterbo e Caserta.

di Redazione Derby Derby Derby

di Valentino Cesarini –

Spettacolo sugli spalti con circa 16mila presenze, colpo d’occhio da categoria superiore e due squadre che saranno protagoniste in campionato fino alla fine.
Il 3-4-1-2 di Toscano non fa cambiare i piani a Gaetano Auteri che risponde con il solito 3-4-3. È anche la sfida degli attacchi: da una parte Bellomo, Reginaldo e Corazza, dall’altra Fischnaller, Bianchimano e Kanoute.

Pronti via e già gli ospiti reclamano per un presunto fallo in area ai danni di Kanoute, con l’arbitro che lascia correre senza pensarci sopra. Gioca meglio il Catanzaro che al 13’ si vede annullare un goal a Bianchimano per un fuorigioco millimetrico. La risposta dei locali è firmata da Reginaldo, ma il suo diagonale termina fuori di poco.
Il match aumenta d’intensità e dopo un errore di Kanoute da ottima posizione, la Reggina al minuto 37’ rimane in inferiorità numerica per il doppio giallo sventolato a capitan De Rose. Non passa nemmeno un minuto e il Catanzaro sfiora ancora una volta il vantaggio con Fischnaller, ma Guarna è bravo a dire di no. Prima del riposo viene espulso dalla panchina Massimo Taibi per proteste nei confronti del direttore di gara, reo di non aver sanzionato con il cartellino un fallo di un giocatore avversario.

La ripresa si apre con un altro colpo di scena, perché Martinelli, già ammonito, commette un brutto fallo su Sounas e ristabilisce la parità numerica. I due tecnici provano a cambiare in corsa: nel Catanzaro entrano Di Livio e Giannone, mentre i locali rispondo con Garufo. Il match è equilibrato e le azioni non mancano. Al 65’ il Catanzaro sfiora ancora una volta il vantaggio con un diagonale di Fischnaller che finisce fuori di poco.
Toscano si gioca anche le carte Denis e De Francesco e la mossa si rivela azzeccata, perché al 77’ Corazza non riesce ad arrivare sul pallone per un soffio da ottima posizione. Goal sbagliato, goal subito? Il proverbio recita cosi, ma il destro di Fischnaller al 79’ si stampa sul palo a Guarna battuto. Il finale è un sussulto di emozioni, con la Reggina alla ricerca disperata del vantaggio. A cinque dalla fine, Di Gennaro è straordinario a dire di no alla conclusione velenosa di Germàn Denis, ma l’estremo difensore nulla può due minuti più tardi.
Bellomo se ne va sul versante sinistro, cross sul secondo palo dove è appostato Corazza, che schiaccia di testa e trafigge il portiere, facendo esplodere il Granillo. Nonostante i cinque minuti di recupero, e il forcing del Catanzaro, la Reggina tiene senza soffrire particolarmente fino al triplice fischio del direttore di gara.
La notte a Reggio Calabria sarà ancora più bella: vittoria nel derby, squadra imbattuta in campionato e primo posto in concomitanza con la Ternana almeno per una notte. I tifosi granata davvero possono iniziare a sognare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy