Catania, Tommaso Silvestri: “Amare il calcio significa vivere per partite come il derby contro il Palermo”

La Sicilia pronta a dividersi in due

di Redazione DDD

L’edizione odierna de la “Gazzetta dello Sport” riporta le dichiarazioni di Tommaso Silvestri. Il difensore sarà uno dei punti fermi del Catania del nuovo tecnico Giuseppe Raffaele. Le idee sono chiare: “Partiamo avvantaggiati perché ci conosciamo tutti almeno questa in ritiro diventa una buona base. Nessuno al Sud è facile affrontare. Penso alle trasferte di Potenza, Cava. I nomi delle big sono troppi: Bari, Palermo, Avellino, Juve Stabia, Catanzaro. Sarà una B2. Squadre del genere, nello stesso girone, è difficile trovarne”.

Il derby e i tifosi: “L’anno scorso il sostegno dei tifosi è stato commovente, gesti d’altri tempi. I sostenitori ci hanno dato la forza per lottare per la maglia e per la città. In carriera pochi possono raccontare momenti così. Il derby col Palermo è una partita che si carica da sola, chi gioca a Catania o a Palermo vive per partite come queste, altrimenti meglio smettere col calcio. Bello perché si dà lustro a una serie C che vive anche di partite così che sono degne della A. Io spero solo che allo stadio ci siano tifosi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy