DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

NO AUTORIZZAZIONE NO ULTRAS

Coreografia vietata per timore del Covid: gli ultras Siena disertano il derby con il Grosseto

VERONA, ITALY - JANUARY 25: A general view of AC Siena fans during the Tim Cup match between AC Chievo Verona and AC Siena at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on January 25, 2012 in Verona, Italy.  (Photo by Dino Panato/Getty Images)

Per il derby con i rivali del Grosseto, la coreografia negata ai tifosi del Siena ha fatto scattare la protesta degli ultras

Redazione DDD

Decisione a sorpresa degli Ultras del Siena. Proprio in vista del derby, è stata annunciata una protesta eclatante in vista della sfida casalinga fra la Robur Siena e il Grosseto.

Il testo del comunicato dei tifosi senesi: "Tanto tuonò che piovve!”. Tante belle parole, buoni propositi, “collaborazione" per quieto vivere, ma alla fine i nostri competenti, lungimiranti ed attentissimi gestori della sicurezza hanno svelato la loro vera natura.

A chi ci riferiamo? Alla questura di Siena! Per sabato avevamo organizzato una coreografia composta da copricurva (vedi Bologna, Inter e Milan etc etc), bandierine e striscione da tenere in mano, ma la risposta dei “lungimiranti" è stata “NO! niente autorizzazione”, con la seguente motivazione: "sotto al bandierone si creerebbero assembramenti, contatto di più mani e vicinanza pericolosa con elevato pericolo di contagio Covid". È risaputo che in tutte le curve, compresa la nostra, senza copricurva viene rispettato il distanziamento. Inoltre, secondo loro, un copricurva in tessuto nautico non è ignifugo però, come contentino, le bandierine in plastica sarebbero state autorizzate, quelle sì che sono ignifughe! Tralasciando i contenuti dei contatti successivi, con un patetico balletto di scarica barile, noi diciamo basta! A tutto questo si aggiunge l'episodio che ci ha lasciato basiti e fatto veramente imbestialire: al GOS la nostra società si è pronunciata contro l'autorizzazione della coreografia, rifiutando di firmare per assumersi la responsabilità della stessa, andando contro, di fatto, ai propri tifosi e creando una scollatura! Evidentemente hanno soluzioni e persone più efficaci per creare tifo ed ambiente! Sinceramente questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso! Siamo veramente stanchi di queste provocazioni, assolutamente gratuite e senza senso...quindi da oggi basta dialogo e mediazioni. Ognuno faccia il suo: noi ultras e voi no! Staremo a vedere. Quindi sabato noi Ultras Siena non entreremo allo stadio ma ci godremo la nostra bellissima città in giro per le nostre strade. Lasciamo ovviamente la libertà agli altri tifosi di decidere cosa fare ma invitiamo tutti ad appoggiarci in questa sofferta decisione per dare un segnale importante a chi sta uccidendo in modo chirurgico la nostra passione".

tutte le notizie di