Il Foggia incassa la multa per il blackout e archivia il derby vinto: Bari, tornano i dubbi e i problemi

L’onda lunga degli effetti del derby Foggia-Bari 1-0

di Redazione DDD

Il tecnico del Foggia, Marco Marchionni, ha archiviato il bel successo nel derby col Bari, alla vigilia della trasferta di Caserta: “Come dicevo già domenica dopo il derby, dobbiamo archiviare quella vittoria e catapultarci ad un’altra sfida difficile, insidiosa come quella contro una squadra affamata di punti, come la Casertana. Bisogna mantenere alta la guardia e scendere in campo determinati, con la stessa convinzione che i ragazzi mi hanno fatto vedere col Bari. Dobbiamo giocare da squadra, a viso aperto ed essere più cinici sotto porta, applicando tutto ciò che facciamo durante gli allenamenti, tra tanti sacrifici. Non esistono gare facili e difficili, ogni partita è una storia a sè”.

Stadio Zaccheria, derby e blackout

Intanto domenica è andato in blackout l’impianto di illuminazione dello ‘Zaccheria’. Sul finire di primo tempo, infatti, sono calate le tenebre sullo stadio di Foggia per qualche minuto. La società rossonera ha avuto per questo motivo una multa di 500 euro per ritardata accensione dell’impianto di illuminazione rispetto alle esigenze delle squadre e del gruppo arbitrale.

Sul fronte del Bari, tornano i dubbi. La sconfitta nel derby col Foggia ha fatto risuonare il campanello d’allarme in casa Bari. Il Corriere del Mezzogiorno analizza: “Il ko dei biancorossi contro il Foggia ha fatto comunque rumore. Per il modo in cui è arrivato e perché, sulla carta, una corazzata di questo calibro aveva tutto, ma proprio tutto, per portare a casa l’intera posta in palio. Invece lo 0-1 dello «Zaccheria» ha rallentato il ritmo del Bari, l’ha fatto arretrare in classifica, ponendolo alle spalle della Ternana e del Teramo, con il rischio che anche l’Avellino possa scavalcarlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy