Quando si infortuna il guardalinee e l’arbitro rimane solo: Viterbese-Cavese, le proteste e i precedenti

Quando si infortuna il guardalinee e l’arbitro rimane solo: Viterbese-Cavese, le proteste e i precedenti

Viterbese-Cavese 0-1, gol dubbio con l’arbitro privo di assistenti

di Redazione DDD

Viterbese-Cavese era sullo 0-0, poi si è infortunato l’assistente. L’arbitro è stato costretto a sostituire anche l’altro e a far proseguire la partita con due dirigenti-guardalinee uno per squadra, rimasti inoperosi fino alla fine. Nel periodo di totale autogestione dell’arbitro, la Cavese ha segnato allo stadio Rocchi di Viterbo il gol dell’1-0 con Russotto. In una posizione dubbia di possibile fuorioco.

Quello che è successo ieri in Viterbese-Cavese, ovvero l’infortunio all’assistente dell’arbitro, non è la prima volta che si registra nel campionato di Serie C. Sfortunatamente può capitare (come per un giocatore), anche se sembra una cosa strana e grottesca. Il regolamento però parla chiaro e il Direttore di gara lo ha applicato alla perfezione. Ovviamente il gol della Cavese (in posizione dubbia) poteva essere annullato oppure no dall’assistente AIA se non si fosse fatto male (non esiste controprova).

Lo scorso anno successe in Sambenedettese-Gubbio, cosi come avvenne in passato anche in Siena-Pisa, Casertana-Lecce, Catanzaro-Paganese e Lucchese-Gavorrano (con Lopez in panchina).  Chissà se dalla prossima stagione anche la Serie C avrà il quarto uomo durante la stagione regolare, pronto a scendere in campo in caso di infortunio di uno dei suoi tre colleghi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy