Serie C, fermate il mondo: l’Audace Cerignola non scende ma risale

Serie C, fermate il mondo: l’Audace Cerignola non scende ma risale

di Redazione DDD

di Franco Ordine –

Fermate le macchine e anche i calendari di serie C: il Cerignola è stato riammesso in Lega Pro. Questa volta la decisione è il frutto di un provvedimento del Collegio di garanzia del Coni investito dal club pugliese della controversia con la federcalcio che aveva accolto favorevolmente il Bisceglie in C respingendo invece la richiesta del Cerignola, già avallata dallo stesso collegio del Coni.

In attesa delle motivazioni, che saranno pubblicate domani martedì 6 agosto, il presidente Raffaele Squitieri, a nome del collegio incaricato di decidere in materia di ammissione e iscrizione ai campionati professionisti, ha firmato il dispositivo che prevede appunto l’accoglimento del ricorso del Cerignola. Di fatto è stato riammesso in serie C. Adesso c’è da attendere la prossima mossa della federcalcio, sollecitata dal presidente della Lega pro Ghirelli: è possibile, tecnicamente, il ricorso al Tar per sottrarsi alla volontà del Coni. Qualunque sia la conclusione di questa storia, si possono trarre almeno due morali.

La prima: non servono né blocchi stradali nè rivolte di piazza (andati in scena a Cerignola) quando si hanno buone ragioni da spendere nel circuito della giustizia sportiva. La seconda: sarebbe poco educativo se la federcalcio ricorresse contro la propria giustizia rivolgendosi alla magistratura ordinaria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy