Derby dominato dal vento: il Perugia attacca e il Gubbio “tiene”, finisce senza gol e con il portiere Cucchietti decisivo

Grifoni sempre all’attacco, ma Perugia-Gubbio finisce 0-0

di Redazione DDD

In mancanza del derby con la Ternana, l’unica sfida tutta umbra della stagione per il Perugia è quella con il Gubbio. Nel giorno del derby a Perugia, allo stadio Curi si è giocato a porte chiuse per l’emergenza coronavirus nell’anticipo della 12esima giornata del girone B della Serie C. I biancorossi di Fabio Caserta (che non aveva a disposizione Murano e Negro) sono andati a caccia di un successo che avrebbe consentito loro di allungare a otto la striscia di risultati utili consecutivi e di salire momentaneamente in vetta alla classifica, scavalcando il Padova.

Nel 2017 si prendevano i biglietti e si andava al derby fra Perugia e Gubbio, oggi invece…

Ma i Grifoni padroni di casa hanno dovuto fare i conti con un Gubbio abbottonato e prudente. Nel primo tempo, il portiere dei perugini Fulignati non è stato praticamente mai impegnato, mentre il Perugia ha attaccato a ripetizione anche nella ripresa. Secondo tempo nervoso, con qualche cartellino giallo di troppo. Il derby che nella storia del calcio umbro viene identificato come il derby di Ravanelli si è dunque concluso senza gol, con il Perugia fermato dalla solidità difensiva degli ospiti. E’ stata in particolare una parata del portiere ospite Cucchietti sul colpo di testa di Sgarbi ad impedire ai grifoni di passare in vantaggio. Solo un’occasione per gli eugubini, tante errori tra conclusioni ed ultimo passaggio per i biancorossi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy