“Vedi Catania e inizi a tremare”: i tifosi etnei usano le note di Ostia Lido per lo sfottò anti-Palermo

“Vedi Catania e inizi a tremare”: i tifosi etnei usano le note di Ostia Lido per lo sfottò anti-Palermo

I tifosi catanesi contestano anche la loro società

di Redazione DDD

Il derby dei cori siciliani è iniziato a luglio, con il nuovo coro dei tifosi del Palermo, intonato davanti alla sede del Comune in attesa che il Sindaco rendesse pubblica la scelta su chi affidare la nuova proprietà. in meno di una settimana era diventato virale sui social con migliaia di visualizzazioni. La base è quella di “Ostia Lido” di J-Ax. Ma adesso sul web spopola il contro-coro la risposta dei tifosi del Catania al noto coro intonato dagli ultras del Palermo sulle note di “Ostia Lido”. Alcune delle battute: “Cosa importa se sei fallito, a livello ultras lo sei sempre stato, questo è garantito. Cambi nome ma resta lo stesso il tuo ideale, vedi Catania e inizi a tremare…”, e così via…

Ma oltre a canzonare i tifosi del Palermo, quelli del Catania continuano a contestare la loro società. Infatti per il secondo venerdì di fila il tifo rossoazzurro si radunerà in piazza Spedini, ore 20:00. Questo il post pubblicato sulla pagina Facebook “La domenica allo stadio”: “Lo abbiamo detto e lo faremo. Venerdì di nuovo tutti insieme a piazza Spedini, alle ore 20.00. Ogni settore dello stadio, la città è chiamata ancora una volta a raccolta. Non inseguiamo gloria e vittorie, proteggiamo la vita del Calcio Catania 1946. In questo momento, ciascun catanese deve sentire in sé l’urgenza, l’emergenza, la necessità e l’orgoglio di testimoniare con la propria presenza una vita intera di amore per il Catania. Rischiamo di perdere un patrimonio di ricordi, di vicende comuni e di appartenenza ad una storia, dentro un profondo pozzo di debiti, bugie e silenzi. La gente catanese, la città di Catania tutta intera, deve avere lo spirito, il cuore e la testa per richiedere chiarezza e verità sul presente e sul domani del Catania. E se chiarezza e verità saranno negate da una altra assenza della proprietà, vorrà dire che le andremo a prendere. Noi, tutti noi, abbiamo fatto la Storia in rossazzurro. Non lo permettete, noi non consentiremo che tutto ciò si sbricioli nel silenzio di queste settimane”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy