DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

DOMENICA CALIENTE AL VILLAMARIN

Monetina contro Juande Ramos e doppia firma José Mari: anche questo è il derby di Siviglia

Monetina contro Juande Ramos e doppia firma José Mari: anche questo è il derby di Siviglia

Lo scontro tra Betis e Siviglia è classificato come uno dei più caldi del calcio spagnolo

Redazione DDD

La partita più emblematica del calcio andaluso è senza dubbio Betis-Siviglia. Le due squadre della capitale andalusa rappresentano un fattore sociale. Sono in gioco le risate del vicino, del collega di lavoro o del compagno di classe, del familiare o del partner. L'orgoglio vale molto più di tre punti. Il bilancio storico dice che il Sevilla FC ha vinto 91 partite contro il Betis, 43 si sono concluse con un pareggio e 57 con una vittoria dei biancoverdi del Betis.

Il derby Betis-Sevilla è stato anche giocato in varie competizioni: 100 volte in Liga, 18 volte in Copa del Rey, 52 in campionati regionali (all'inizio del XX secolo), cinque in Coppa Regionale, 14 in Seconda divisione e due euroderby in Europa League.

Julio Cardeñosa è il capocannoniere storico del Betis-Sevilla con sette reti e condivide il primo posto in questa classifica con il giocatore del Siviglia Miguel López Torrontegui, che ha raggiunto questa cifra in sole otto partite mentre Cardeñosa lo ha fatto in 21. Con sei reti, in terza posizione, c'è Luis Aragonés. L'emblema dell'Atlético Madrid è stato in grado di raggiungere un tale numero di gol per Betis-Sevilla in appena dieci partite con la maglia del Betis. Nella sezione dei derby più giocati, sia José Ramón Esnaola che Joaquín hanno alle spalle 24 derby, entrambi del Betis. Joaquín diventerebbe il leader solitario se giocasse questa domenica. Pochi giocatori hanno avuto il coraggio di cambiare lato. Il derby Betis-Sevilla non perdona chi ritiene di averli traditi. Molti di loro appartengono al passato, come Canda, Artola, Ocaña, Rey, León, Iglesias, Ramos, Diego o Antúnez. Più ravvicinati i cambi lato Betis-Sevilla di Diego Rodríguez nell' 88-89; o José Mari, che undici anni dopo aver esordito con il Siviglia ha firmato per il Betis. Episodi che a volte hanno riguardato anche le panchine: Antonio Barrios, Luis Aragonés e Juande Ramos. Quest'ultimo, a seguito del cambio di sponda cittadina, ha ricevuto una moneta allo stadio Benito Villamarín dai tifosi del Betis durante un derby mentre dirigeva il Siviglia.

tutte le notizie di