DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

STADI E ARTE

Il derby dei murales, i doriani: “Facciamoli anche noi”, il Comune “Cancellarli? Un colpo al cuore…”

Il derby dei murales, i doriani: “Facciamoli anche noi”, il Comune “Cancellarli? Un colpo al cuore…”

E il dibattito continua...

Redazione DDD

Il tema dei murales sotto la Gradinata Nord continua a far discutere. I tifosi sampdoriani hanno preso posizione in una trasmissione televisiva. Due i temi: perché i nostri disegni sono stati rimossi e quelli del Genoa no? Non solo: allora possiamo farlo anche noi blucerchiati i murales?

Facciamoli anche noi, la più gettonata.

Intanto Fabio Ariotti, consigliere delegato del Comune di Genova alla “Partecipazione dei cittadini alle scelte dell’Amministrazione in tema di edilizia residenziale pubblica”, nell’ambito delle funzioni relative alla “Partecipazione dei Cittadini alle scelte dell'Amministrazione” (e anche Membro del Consiglio di Indirizzo della Fondazione Genoa 1893), ha scritto al sito Buoncalcioatutti.it: "I tifosi sotto la Gradinata Nord hanno creato delle vere e proprie opere d’arte. Sono stati raffigurati i simboli della nostra storia e del nostro orgoglio genoano, la nostra eredità più grande, i motivi per la quale siamo tifosi della squadra più antica d’Italia. Sarebbe un colpo al cuore cancellarli, ma dovrebbero rimanere al loro posto. Possiamo capire le lamentele dei tifosi avversari, ma con un accordo si dovrebbe trovare la possibilità di lasciare esprimere artisticamente anche loro nella Gradinata Sud. Sarebbe bello, trovando un accordo col Comune, avere un grande spazio a disposizione, visibile anche da lontano, dove poter disegnare un grande murales con raffigurato uno dei simboli della genoanità. Penso ai grandi murales in altre città con la figura di Maradona ad esempio, ma sono stati fatti anche per altri campioni, come Messi, Pelé, Zidane, Totti ecc. Trovare uno spazio adeguato, con i giusti permessi e accordi 'innalzare' una grande coreografia che rimanga sempre, basterebbe dipingere il nostro simbolo, un Grifone e i colori Rossoblù, ma si potrebbe pensare anche a qualche grande personaggio della nostra storia, da Spensley padre fondatore del calcio in Italia, a Garbutt, da Signorini, a Scoglio. Per non parlare dei grandi campioni che hanno vestito la nostra gloriosa maglia. L’arte è un patrimonio grandissimo, e le tifoserie si sono sempre espresse in tal senso".

tutte le notizie di