Milan vs Novara, Ibra indica la strada al suo erede: il giovane Emil Roback

Milan vs Novara, Ibra indica la strada al suo erede: il giovane Emil Roback

Lo svedese nazionale Under 17 nota e sorpresa positiva della sgambata Milan-Novara 4-2 a Milanello

di Redazione DDD

di Valentino Cesarini –

Nella prima uscita stagionale il Milan di Pioli, inizia come aveva chiuso la scorsa stagione: con una vittoria. Sul campo ribassato di Milanello i rossoneri, privi di tantissimi giocatori impegnati con le nazionali, vincono in rimonta 4-2 contro il Novara (squadra di Serie C). Gara che si è giocata su tre tempi da 20’ ciascuno. Il primo undici stagionale, con Ibra capitano, ha visto la linea difensiva formata da Duarte e Hernandez centrali con Kalulu e Laxalt sugli esterni a protezione di Antonio Donnarumma. In mezzo al campo spazio alla coppia inedita Calabria – Kessié, con il trio Halilović, Paquetá e Tonin a supporto di Ibrahimovic.

Roback, mi manda Ibra

Ovviamente il risultato non interessa, anche se vincere aiuta a vincere, ma la prova del Milan è stata piú che discreta, soprattutto dopo il doppio svantaggio subito in tre minuti (doppietta di Bellicchi). Bene Paquetá che è entrato in tutte e quattro i goal rossoneri, segnando anche una doppietta. Di Laxalt e Calabria le altri reti del Milan. Solita la prova di Ibra, che lotta, si “arrabbia” e sfiora il goal in almeno due occasioni. Re Zlatan è pronto a prendere sulle spalle i suoi compagni di squadra.

Molto positiva anche la prova dell’altro svedese, appena arrivato a Milanello: Emil Roback, classe 2003. Diversi spunti in velocitá e buona tecnica per il giocatore che  sarà aggregato alla Primavera di Federico Giunti, ma che potrebbe trovare spazio anche in prima squadra in casi di necessità. Ovviamente per la squadra di Pioli il lavoro da svolgere è ancora tanto, ma il mister può essere soddisfatto, anche in vista dell’amichevole più impegnativa di sabato a San Siro contro il Monza di Berlusconi e Galliani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy