Prosegue per il Milan il tabù dei derby in campionato. Il Diavolo non lo vince da 1329 giorni!

Prosegue per il Milan il tabù dei derby in campionato. Il Diavolo non lo vince da 1329 giorni!

I rossoneri deludono, ma non è tutto da buttare. Segnali positivi da Leão, Theo Hernández e dalla Curva Sud

di Davide Capano, @davide_capano

It’s not over until it’s over. Sì, ma neanche stavolta il Milan riesce a vincere un derby di campionato, a 1329 giorni dall’ultima volta. C’era il Governo Renzi, Berlusconi era ancora presidente del club e Siniša Mihajlović sedeva in panchina. Allora decisero Alex, Bacca e Niang. In un San Siro hollywoodiano i nerazzurri battono i cugini 0-2. Decidono i gol di Brozović in avvio di ripresa (con deviazione dello sfortunato Leão) e Lukaku al 78esimo. Per l’Inter è il settimo risultato utile consecutivo nei derby di A.

Nel giorno del compleanno di Rebić segna il compagno di nazionale che diventa il terzo croato a timbrare nella stracittadina milanese. Per la proprietà Elliott rimandato ancora una volta il successo nella sfida più sentita.

Da salvare per la squadra di Giampaolo la prestazione di Leão e l’ottimo Theo Hernández che colpisce un palo esterno nel finale. Per il tecnico abruzzese c’è tanto da lavorare, ma non è tutto da buttare. L’occasione del riscatto sarà giovedì a Torino nel turno infrasettimanale. Il tabù derby si proverà a sfatare nel 2020.

Da segnalare, inoltre, che la Curva Sud milanista si è stretta attorno a Marcos Cafu con il seguente striscione: “Cafu, la Sud ti abbraccia”. Poco più di due settimane fa, un grave lutto aveva colpito l’ex pendolino milanista: Danilo, il figlio maggiore del brasiliano, morto d’infarto all’età di 30 anni. Forse l’immagine più bella di una serata amara per i milanisti…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy