DDD
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN-INTER 1-1

Spettacolo ed emozioni, ma il derby di Milano finisce in parità

MILAN, ITALY - NOVEMBER 07: Nicolò Barella of FC Internazionale battles for the ball with Ante Rebic of AC Milan om during the Serie A match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on November 07, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

Vantaggio interista con l’ex Calhanoglu e pareggio rossonero grazie all’autorete di De Vrij. Poi Tatarusanu para un rigore a Martinez, mentre nel finale Saelemaekers colpisce un palo. Risultato giusto a San Siro

Redazione Derby Derby Derby

di Valentino Cesarini -

Termina con un pareggio il derby della Madonnina ed è un risultato giusto per quello che si è visto in campo, anche perché né Milan né Inter hanno avuto la bravura di dare il colpo del ko. Due squadre che giocano bene e che avevano voglia di vincere il derby non solo per la classifica, ma anche per regalare una soddisfazione ai tifosi a San Siro. San Siro che ha aperto il derby con una coreografia da brividi realizzata dalla Curva Sud del Milan, che l’ha dedicata a chi ha cercato (e ha salvato moltissime persone) di lottare contro il Covid. In campo non è stato il miglior derby tecnicamente giocato, ma ha trovato due squadre ben organizzate.

 (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images )

L’ex Calhanoglu ha realizzato, sotto la Sud, un calcio di rigore e non ci ha pensato un attimo ad esultare in modo un po' polemico…Il turco, è stato il quarto giocatore a segnare nel primo derby giocato con l’altra maglia da quando la vittoria vale tre punti (94/95). Prima di lui, ci erano riusciti Crespo (2006), Ronaldo (2007) e Ibrahimovic (2010). Il Milan però ha reagito da grande squadra e nel giro di pochi minuti ha trovato il pareggio grazie all’autorete di De Vrij che ha insaccato nella propria porta. Prima del riposo in cattedra è salito Tatarusanu che è stato strepitoso a dire di no sul penalty battuto da Martinez, tenendo il punteggio in parità. Per il portiere rumeno è il decimo rigore parato in carriera. L’ultimo fu il 3 aprile 2019 in Coppa di Francia quando disse di no a Mbappé in Psg – Nantes, mentre in Italia ne aveva parato uno il 27 febbraio 2017 a Belotti in Fiorentina – Torino. Due rigori contro il Milan non li subiva dal 2012, quando giocò in Champions League sul campo del Barcellona. In Serie A bisogna tornare indietro fino alla stagione 1996/1997 in Milan – Lecce (anche all’epoca un gol e un errore).

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Nel secondo tempo il Milan ha sofferto i primi 20’ della ripresa, mentre nel finale è salito in cattedra Rebic e Saelemaekers, con il belga che ha colpito un palo con un tiro da fuori area, con Kessié che poi da ottima posizione ha calciato a lato. Né vinti, né vincitori, ma la consapevolezza che le due squadre proveranno ad essere protagoniste fino alla fine. ll Milan ha collezionato 32 punti nelle prime 12 gare in una stagione di Serie A per la prima volta nell’era dei tre punti a vittoria e rimane in vetta alla classifica in compagnia del Napoli, con un vantaggio di 11 punti sul quinto posto.

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Era dal 23 novembre 2014 che il derby Milan-Inter non finiva con il punteggio di 1 a 1 ed è la quattordicesima volta su novanta che esce questo risultato. All’epoca segnò Menez per i rossoneri di Filippo Inzaghi, mentre l’Inter di Mancini pareggiò con Obi. In quella partita, a distanza di sette anni, c’era in porta Samir Handanovic, protagonista anche questa sera.

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Ora il campionato si ferma per la sosta delle nazionali, ma al rientro ci sarà una giornata da non perdere. Inter-Napoli, Lazio-Juventus e Fiorentina-Milan. La speranza, come hanno detto Pioli e Inzaghi, è che non ci siano infortuni, anche perché il Milan in questa stagione non ha mai potuto giocare con l’undici tipo fra infortuni e Covid.

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

 

tutte le notizie di